zapatero

No Picture

Spagna in croce

Chiamato al governo del Paese per uscire dalla crisi economica, il Partido popular di Mariano Rajoy si appresta a cancellare sette anni di conquiste laiche del governo Zapatero. A cominciare dalla legge sull’interruzione di gravidanza Ci sono tanti modi per allontanarsi dall’Unione europea: si può non corrispondere alle aspettative di rigore finanziario – come ha fatto la Grecia – oppure chiudere gli spazi di libertà civile, come sta facendo l’Ungheria….


No Picture

ItaliaCrac! – Zapatero si è dimesso, il Portogallo alle corde… Grecia in coma…

L’Italia crolla: la Borsa di Milano perde quasi il 4 per cento, i nostri titoli di Stato vengono venduti in massa. Dopo il disastroso andamento dei mercati nonostante il varo in fretta e furia della manovra da 47,9 miliardi di euro e il piano europeo di salvataggio della Grecia, ieri è arrivata la reazione all’accordo sul debito Usa. Che non ha scatenato alcun tripudio in Borsa, bensì una tiepida ripresa…


No Picture

I partiti sono il passato!

I partiti sono il passato, la democrazia diretta è il futuro. “No a Zapatero, no a Rajoy”. Il grido della Puerta del Sol si alza contro il premier socialista e contro il leader dell’opposizione. La rabbia delle piazze di Spagna accomuna i due maggiori partiti del Paese. Ma alla vigilia delle elezioni amministrative la rivendicazione del “Movimento 15-M” finisce per rafforzare il Partito popolare già lanciato verso una schiacciante vittoria….


No Picture

La Spagna alle urne sotto la pressione del movimento “Democracia Real Ya”

“Da oggi chiamateci pure 22-M, perchè il movimento rinnova la lotta!” dicono dal microfono della Puerta del Sol di Madrid mentre annunciano una nuova settimana di occupazione. La protesta nel nome di una “Democracia Real Ya”, iniziata dopo la manifestazione dello scorso 15-M, non recede. Anzi, è proprio dal cuore della Spagna che arriva la conferma di quello che si respirava da giorni: “Sentiamo la responsabilità di andare avanti –…


No Picture

Spagna, il boom e il flop di un’economia dai piedi d’argilla

Ormai la “Reconquista” spagnola è una pia illusione. E un suo default finanziario potrebbe ricadere su tutta l’Europa. Eppure sembra ieri. Il modello spagnolo portato ad esempio di tutti gli altri paese. Un’economia, si diceva, florida, giovane, fondata su un capitalismo rampante che però piaceva anche alle “masse” che per un certo lasso di tempo hanno prosperato tanto che il loro Pil “pro capite” è risultato addirittura superiore a quello…