Siria

No Picture

La vera storia della Siria

In Italia, in questi caldi giorni d’agosto, il sole splende ancora fino a tardi. Le giornate sono lunghe, ognuno di noi ha la propria routine: lavoro, amici, serate. Preoccupazioni, gioie, emozioni. Il disco dorato sorge e poi tramonta, e noi seguiamo esattamente questo ciclo. Incuranti. Ignari del fatto che c’è un pezzo di mondo, nemmeno troppo lontano da noi, in cui l’umanità si sta squarciando. Un pezzo di mondo in…


No Picture

Chi sono e cosa vogliono i ribelli siriani

  Ecco quali sono i tre principali gruppi ribelli che combattono in Siria dal 2011. Fronte islamico siriano (Fis)Leader: Abu Abdullah al Hamawi (del Movimento islamico Ahrar al Sham). Combattenti: 25mila, secondo il Fis. Alleanza radicale salafita creata nel dicembre del 2012, riceve finanziamenti dai paesi del Golfo persico. Ha preso le distanze dall’Esercito siriano libero, filoccidentale, dimostrando un certo grado di coesione interna e omogeneità ideologica. Chiede l’istituzione di…


No Picture

L’Inghilterra dice NO alla Guerra in Siria mentre in Italia i Ministri sono ancora in ferie!

Che invidia!! Ieri mi sono guardato per intero il dibattito politico che si è svolto nell’aula del parlamento britannico. L’ordine del giorno non riguardava il fatto se il principe ereditario Charles deve o non deve andare in carcere essendo stato giudicato un delinquente; non riguardava neppure il fatto se un certo Lord, figlio di famiglia aristocratica, sia coinvolto nei traffici con la mafia irlandese.  Si doveva discutere di una questione…


No Picture

La Siria e la terza guerra mondiale

“La politica di potenza imperiale che gli Stati Uniti stanno esercitando a tamburo battente da quando non c’è più il contraltare dell’Unione Sovietica, e hanno quindi le mani libere, si maschera dietro questioni morali. La Siria è un Paese che dà fastidio, perché legata all’Iran, che è l’arcinemico, non si capisce poi bene il perché, degli Stati Uniti e di Israele. Tra l’altro non si sa affatto se Assad ha…


No Picture

A seguito delle precisissime informazioni dei servizi segreti USA (IRAQ docet) l’Occidente attacca Assad!

THIS IS WAR! Grazie al famoso Lodo Srebrenica, e con la massima fiducia nelle informazioni approntate dai servizi segreti Usa (Iraq docet), le nazioni leader dell’Occidente si preparano a castigare il regime dell’ex amico Assad. Noi italians per ora ci nascondiamo dietro l’Onu e le uniche perplessità che hanno cittadinanza sui giornaloni di casa nostra sono quelle di Israele. Per molti, una seconda patria. Il Corriere riassume la situazione: “Conto…


No Picture

Maria Saadeh: “Difendo il mio popolo e la verità sulla Siria

Non ci sta Maria Saadeh, deputata cristiana a Damasco, a vedere la sua Siria dipinta come l’impero del male assoluto, non smette mai di impegnarsi di correre dove può per portare la sua parola di verità sulla situazione siriana. La dissoluzione dello Stato Siriano, continua a ripetere, sarebbe un disastro per tutto il Medio Oriente e per le comunità religiose minoritarie che ci vivono. Si precipita a Beirut per incontrare…


No Picture

Cartina etno-religiosa della Siria

E poi? Quando il regime incarnato (ma non diretto) da Bashar al-Assad sarà caduto, che ne sarà della Siria e del Medio Oriente? È tempo di porsi questa domanda. Perchè l’attentato terroristico che ha spazzato via i ministri della Difesa e dell’Interno significa che la linea rossa è superata. Per quanto i ribelli islamisti se ne attribuiscano il merito, il colpo in uno dei più protetti palazzi del potere di…


No Picture

Russia e Cina proteggono la Siria perché dopo c’è l’Iran

Il massacro in Siria continua. I bombardamenti non si sono interrotti nemmeno stanotte. Eppure, Russia e Cina hanno votato no ad un piano di emergenza per la soluzione della guerra civile. Interessi nazionali? Non solo: dietro alle proposte di eventuali interventi militari esterni, i due paesi intravedono una guerra mediorientale contro l’Iran, da concludersi entro settembre. Giusto in tempo per non guastare le elezioni del presidente Usa. Nei giorni scorsi…


No Picture

Siria, la Rivolta e la Repressione

  In Siria le proteste sono represse nel sangue dal presidente Bashar al-Asad. Secondo l’Onu i morti sono a dicembre più di cinquemila. Per i giornalisti è praticamente impossibile avere a disposizione notizie attendibili. L’opposizione all’inizio scende in piazza in maniera pacifica e disorganizzata. Nei mesi successivi, di fronte a un massacro senza fine, si costituisce (in esilio in Turchia) il Consiglio nazionale siriano. Nasce anche un Esercito libero siriano,…


No Picture

Carta bianca ad Assad

Se in Libia l’Europa ha optato per l’intervento militare, di fronte alla brutale repressione dell’opposizione siriana si è limitata a imporre limitate e tardive sanzioni. L’introduzione del Servizio europeo di azione esterna ha sortito l’effetto opposto a quello sperato. Il motivo del rifiuto degli alleati occidentali di intervenire nella rivolta siriana come hanno fatto in Libia potrebbe essere legato semplicemente all’impossibilità di farlo. La repressione delle proteste da parte del regime…