Putin

Putin: l’ISIS è sull’orlo del crollo!

Il blog The Total Collapse legge e commenta un recente resoconto del Ministero della Difesa Russo, che riassume la situazione sulla guerra in Siria. Il report afferma che il famigerato Stato Islamico è sull’orlo della sconfitta. Buona notizia. Peccato però che, precisa il report con le parole del Presidente Putin, le forze NATO abbiano sistematicamente mentito sulla propria partecipazione, avendo finora più che altro agevolato, anziché combattuto, i terroristi dell’ISIS. Un importante…


Il più importante discorso di Putin

Forse questo discorso di Putin di fronte all’Assemblea Federale è stato il più importante in assoluto. La Russia è impegnata in un confronto con l’Occidente la cui asprezza e pericolosità è senza precedenti. E il leader russo, intenzionalmente, ha voluto rimarcare, piuttosto che i successi delle sue presidenze, le difficoltà che il popolo, la gente, dovrà incontrare nei tempi che verranno. È stato un discorso forte, duro, a tratti spavaldo,…


Turchia e Russia: Petrolio e Sanzioni

Le sanzioni russe “Il 28 novembre 2015, al fine di proteggere la sicurezza nazionale e gli interessi nazionali della Federazione russa, e proteggere i cittadini russi da atti illeciti e penali da terzi, in conformità alla legge federale del 30 dicembre 2006 N°281-FZ “Su misure economiche speciali” e alla legge federale del 28 dicembre 2010 N°390-FZ “Sulla sicurezza”, veniva emanato il Decreto N°583 “Su misure per garantire la sicurezza nazionale…


La Russia classifica la Open Society di G. Soros nella lista degli “indesìderabili”

La Procura Generale della Russia ha riconosciuto come un pericolo per la sicurezza nazionale del paese euroasiatico la “Fondazione Open Society” e la “Fondazione dell’Istituto Open Society”. “I giudici hanno trovato prove che queste organizzazioni presuppongono una minaccia per i fondamenti del sistema costituzionale della Russia e per la sicurezza dello Stato”, ha dichiarato ieri la portavoce della Procura Generale di Russia, Marina Gridneva, citata dall’agenzia russa Ria Novosti. Dopo…


Obama: Putin necessita di un “adeguamento strategico” nella lotta contro lo Stato Islamico

In merito alle dichiarazioni del Presidente Barak Obama: Egregio sr. Presidente, che la Russia debba “adeguare la sua impostazione strategica” sta iniziando a diventare questa una cosa un pò vecchia e….peggio, le sue dichiarazioni politiche si sono trasformate in una vegogna permanente. Non voglio essere irrispettoso, già che la politica estera è una questione complessa, dove le chiamate in giudizio devono farsi con informazioni parziali sui loro effetti. Tuttavia è…


Hollande “alleato” di Putin? Per favore, non cascate in Matrix

Un lettore commenta che ho sbagliato tutto a sospettare il mega attentato di Parigi di essere un false flag o auto-attentato del regime francese, perché: “1) La Francia va a bombardare l’Isis direttamente a braccetto con la Russia di Putin 2) Si e’ riformata l’alleanza Russia-Francia, come non si vedeva dalla I guerra mondiale. Se c’e’ qualcuno che ha guadagnato politicamente dall’attentato di Parigi, e’ proprio Putin, e non certo…


Siria: la “war room” di Putin, dove si decidono i raid

Un gigantesco centro di comando, su tre piani, con diverse file di postazioni occupate da altrettanti militari, supervisionati dall’alto dal presidente russo Vladimir Putin, seduto accanto al ministro della Difesa Sergei Shoigu. Di fronte c’è una mappa della Siria grande quanto uno schermo cinematografico. E’ l’avveniristico National Defense Management Center di Mosca, “war room” del governo russo da cui il 17 novembre scorso Putin ha ordinato l’intensificazione delle operazioni militari…


Putin: 40 paesi finanziano lo Stato Islamico

In dichiarazioni pronunciate questo Lunedì davanti alla stampa, nel corso del vertice del Gruppo dei 20 (G-20), Il presidente della Russia ha indicato che, come sembra, vi sono 40 paesi, inclusi alcuni componenti del G-20, che forniscono aiuti finanziari al gruppo terrorista dell’ISIS (Stato Islamico- Daesh in arabo). Vladimir Putin non si è limitato ad accuse generiche ma ha fornito esempi per mettere in evidenza ai partecipanti la veridicità delle…


No Picture

Erdogan, il grande sconfitto per l’operazione russa in Siria

L’intervento russo in Siria sembra aver preso di sorpresa il regime di Erdogan, il quale di trova in uno sato di shock per causa degli avvenimenti che stanno incalzando ultimamente tanto all’estero che all’interno della Turchia.Questo domostra, secondo gli esperti, la deboelzza della intelligence turca, che è stata incapace di prevedere questo fatto. L’intervento russo ha dato l’avvio ad un innalzamento delle tensioni tra la Russia e la Turchia, in…


No Picture

I terroristi dei gruppi takfiri fuggono dalla città Idlib (per effetto degli attacchi aerei russi )

Fonti siriane hanno riferito, questo Sabato, che si sta verificando una ritirata accelerata di cui sono protagonisti i miliziani jihadisti, mercenari arruolati dai sauditi e dagli USA, che abbandonano le posizioni che detenevano ad Idlib (nord della Siria) e si dirigono verso il confine turco da dove erano venuti. Dall’inizio delle operazioni russe in Siria, l’aviazione russa ha portato a compimentio più di 18 bombardamenti in diverse province del territorio…


No Picture

Così Obama vuole adesso che si intreccino discussioni con Putin sulla SIria?

Così Obama vuole adesso che si intreccino discussioni con Putin sulla Siria? Dopo oltre un anno di una continua campagna di demonizzazione della Russia definita come una “minaccia per la pace mondiale”, all’improvviso gli Stati Uniti cambiano atteggiamento e vogliono intrattenere conversazioni con Mosca riguardo alla Siria. Gli USA con il presidente Barack Obama ed il suo omologo russo Vladimir Putin hanno stabilito di incontrarsi a New York per impostare…


No Picture

Putin: “E’ il popolo siriano che deve decidere chi e come deve governare il suo paese”

Grazie a un’abile strategia di politica estera, Putin è riuscito a rientrare a pieno titolo nell’olimpo dei leader internazionali «La parola Zar? No, non mi si addice. Non è importante come vieni chiamato, è importante cosa devi fare nell’interesse del Paese che ti ha affidato la posizione di capo dello Stato russo». Volendo, il senso dell’intervista rilasciata oggi da Vladimir Putin all’emittente Usa Cbs, in vista del suo intervento al…


No Picture

Europa, tra shale gas e nuove fonti energetiche

La crisi ucraina solleva la necessità per l’Ue di liberarsi dalla dipendenza energetica russa: come? LIVE – Clicca qui per leggere la cronaca in diretta degli eventi   Lo Speciale sulla crisi ucraina, la necessità per l’Europa di ridurre la dipendenza da Mosca La crisi ucraina ha sollevato in Europa il tema della sostenibilità energetica e della necessità di rendersi maggiormente indipendente dall’importazione di gas russo. Come ha ribadito il…


No Picture

Sanzioni a Mosca, ecco perché l’Europa non esiste

Stati Uniti ed Europa hanno deciso di intraprendere due strade diverse per rispondere alla crisi di Ucraina e Crimea. Le sanzioni di Washington e Bruxelles sono equamente divise tra restrizioni alla libera circolazione, misure economiche e congelamento degli asset in possesso dei colpiti. L’impressione è però che gli Usa abbiano spinto di più sull’acceleratore, mostrando un pragmatismo politico ben più elevato di quello europeo. Non è un caso che la…


No Picture

Crimea, l’azzardo di Putin nel suo giardino di casa

Comunque vada il referendum in Crimea e indipendentemente dal fatto che nel futuro prossimo la penisola sul Mar Nero entri o meno a far parte della Federazione Russa – su questo punto la diplomazia può avere ancora un ruolo – la crisi in Ucraina ha creato un’enorme spaccatura tra la Russia e l’Occidente. Non è un caso che la frattura – ancora sanabile sul medio periodo, sempre che l’ex repubblica…


No Picture

Rapporti Ue-Russia ad alto rischio

Nell’indifferenza generale dei media italiani (un po’ meno di quelli europei, ma è la stessa cosa) si giocherà, a fine mese, a Vilnius, una partita strategica cruciale tra Russia ed Europa. Il suo significato, per quanto brutale, è questo: chi si prende l’Ucraina? Va detto subito che, in casi come questo, una grande responsabilità è nelle mani dei dirigenti del paese contestato: quella di essere stati più o meno capaci…


No Picture

Gasdotti: i nostri, consegnati a compagnie private straniere

Putin è cattivo, l’ENI è corrotta, e tutto ciò è una buona scusa per consegnare le rotte della nostra energia a compagnie petrolifere private. E pure straniere, ovviamente. Innanzitutto hanno pensato di trasformare l’Italia in un supermercato del gas (ve la ricordate, la fissa di Bersani con l’hub del gas?). E poi – ieri – ne hanno graziosamente regalato ad altri le chiavi. Il Consiglio dei Ministri ha ratificato gli…


No Picture

Che fine ha fatto Snowden? Ecco le ultime sulla “madre di tutte le spy story internazionali”

Parliamo di geo-politica che è meglio va, se non altro ci divertiamo. E’ molto probabile, per non dire quasi certo, che in questo momento Dan Brown, insieme agli inossidabili quattro Grandi Vecchi, da John Le Carrè a Frederick Forsyth, da Ken Follet a Tom Clancy, si stiano letteralmente mangiando i gomiti per non averla pensata loro, la splendida sceneggiatura del caso Snowden. E’ altresì molto probabile, per non dire quasi…