passera

Elezioni comunali di Milano: lo stato dell’arte

Non manca molto alla presentazione delle liste ma il quadro delle elezioni comunali di Milano è ancora molto fluido. Mancano ad esempio le candidature di M5s e sinistra. Ed iniziamo proprio da queste due caselle.   M5s: era stato il primo ad individuare il candidato nella Bedori che, però, si è ritirata nei giorni scorsi. Non ne ho scritto, nei due mesi in cui è stata candidata perché, pur pensando…


Alto e basso, Milano come laboratorio

Fa un effetto un po’ straniante leggere i giornali di oggi, magari mescolando quelli americani e quelli italiani. Perché i primi riportano della battaglia di Bernie Sanders contro la “democrazia distorta”, quella dove ci sono solo candidati della business community, insomma espressioni dell’establishment economico; mentre i secondi ci spiegano come a Milano a questo punto la corsa a sindaco potrebbe essere fra tre super manager: un ex bocconiano già amministratore…


No Picture

Tutti in fuga da Monti. In arrivo il clamoroso FLOP tecnico?

Nell’entourage montiano non ci si stupisce dello scarso entusiasmo confindustriale riservato alla “salita in politica” del premier tecnico. Era già tutto scritto sin dal maggio 2012, dicono, quando Mario Monti non presenziò all’assemblea generale di Confindustria che sancì il definitivo passaggio di consegne tra l’ex presidente Emma Marcegaglia e il neo presidente Giorgio Squinzi. Lo stesso Monti che invece a dicembre ha di fatto lanciato la sua candidatura politica al…


No Picture

Pedaggi autostradali alle stelle!

Hanno più pagine di un vocabolario e sono più oscuri di un codice cifrato gli atti di concessione che dovrebbero regolare i rapporti tra lo Stato italiano e le società che gestiscono le autostrade. È soprattutto per questo motivo che di fronte all’ennesimo rincaro al casello, oggi tutti strillano sostenendo di aver ragione. Strepitano i 32 concessionari rappresentati dall’Aiscat, l’associazione di categoria guidata dai due signori delle autostrade italiane, il…


No Picture

Che fine ha fatto l’asta per le frequenze TV?

L’asta per le frequenze televisive, quella che dovrebbe portare un miliardo e mezzo nelle casse martoriate dello Stato, finisce ora in un vicolo cieco. In un atto ufficiale, il ministero dello Sviluppo economico ammette che non sono nella sua disponibilità una parte dei canali tv che vorrebbe vendere. E il ministero ha problemi anche con alcune frequenze che il governo Berlusconi ha già ceduto agli operatori Telecom Italia, Vodafone e…


No Picture

Al CLmeeting di Rimini, Passera e Fornero non fanno una bella figura

Il messaggio è arrivato, forte e chiaro: basta fughe in avanti. Perché per Monti questo agosto, sulla carta molto a rischio, ha portato due segnali positivi, elencati ieri mattina dal premier al Consiglio dei ministri. «Non si è verificato il temuto attacco speculativo», favorito dai volumi bassi di scambi sui mercati finanziari; e le agenzie di rating – Moody’s e Fitch – «hanno iniziato a riconoscere gli sforzi del paese…


No Picture

Canta che ti Passera

A suo modo, anche questo è un tuffo nella Prima Repubblica. Sembra di rivivere la scenetta del povero Massimo Troisi, che ironizza sulla storica intemerata televisiva di Sandro Pertini nel dopo-sisma in Irpinia: «Chi ha rubato i soldi dei terremotati?», chiedeva l’allora presidente della Repubblica, puntando il dito accusatore contro le telecamere. Dunque, oggi viene da chiedere: chi ha «rubato» i decreti sullo sblocco dei pagamenti alle imprese da parte…


No Picture

Ma Passera firmava i bilanci a sua insaputa?

Guadagnare 67 milioni di euro all’estero in pochi mesi? Difficile per una banca, soprattutto se oltre confine non si ha nemmeno una filiale. Ma diventa possibile se si comprano obbligazioni straniere che attraverso complicati meccanismi finanziari consentono di aggirare il Fisco. Tutto legale? L’Agenzia delle entrate dice di no e per evitare una supermulta Banca Intesa ha pagato oltre 200 milioni di euro e l’ex amministratore delegato Corrado Passera, ora…


No Picture

Ministro Passera indagato. Dimettiti!

Alla fine Francesco Storace è esploso su Facebook : «È da stamane che solo La Destra protesta. Tutti zitti, Lega compresa…. ». Si poteva dire: sarà l’ansia da partita. Ma neppure il Carroccio, notoriamente non interessato alle sorti calcistiche della Nazionale, in effetti ieri commentava. La notizia dell’indagine aperta dalla Procura di Biella sul ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera per reati fiscali, anticipata dal quotidiano La Stampa , è…


No Picture

Passera è pronto per fondare il suo Partito?

La parola è dal sen sfuggita, cercando disperatamente di riacchiapparla quando era troppo tardi. Per Corrado Passera i poli politici dell’attuale parlamento, che in gran parte sostengono con fatica e ferite il governo di Mario Monti sono «un po’repellenti». E probabilmente rischiano di esserlo anche le alleanze che da mesi si stanno studiando per le prossime elezioni. Una gaffe clamorosa, che rischia di creare un problema interno non da poco…


No Picture

Ecco tutti i “protagonisti” delle prossime elezioni nazionali

A sollevare il morale di Mario Monti non può certamente bastare la solita classifica di “Time” che lo colloca insieme a Draghi tra le 100 persone più influenti del mondo. Ormai l’aria intorno al Professore di Varese si è fatta pesante e nemmeno la benedizione che ha ricevuto ieri pomeriggio nell’incontro in Vaticano con Benedetto XVI può assolverlo dai peccati veniali e mortali che negli ultimi tempi è riuscito a…


No Picture

Il Beauty Contest provocherà le elezioni anticipate?

Oggi su molti giornali avrete letto della storia del beauty contest, dell’emendamento presentato ieri dal governo in commissione finanze alla Camera e dell’annullamento definitivo dell’assegnazione gratuita delle frequenze del digitale. Al di là del merito della questione, prima che l’emendamento fosse approvato in commissione le posizioni di Pd e Pdl erano piuttosto chiare. Il Pd chiedeva l’annullamento tout court del beauty contest e il Pdl invece no. Risultato: il ministro…


No Picture

Auto decisamente sgarrupate per i nostri Ministri!

Più che di parco auto, sarebbe più giusto parlare di museo contemporaneo dell’automobile. I ministri del governo Monti saranno pure dei super professori, ma in fatto di gusti per le quattro ruote, tranne qualche eccezione, lasciano alquanto a desiderare. E, soprattutto, nonostante le polemiche che hanno caratterizzato il passato esecutivo, la scelta per la vettura privata è caduta soprattutto su modelli stranieri, in particolare tedeschi e giapponesi. Delle ultime novità…


No Picture

Operaie Omsa, il boicottaggio si fa serio “Coop potrebbe non vendere prodotti serbi”

Hanno iniziato l’invito a non comprare più prodotti del marchio di Faenza su Facebook dopo l’annuncio del licenziamento collettivo. Ora anche uno dei più grandi distributori potrebbe aderire. E il prossimo passaggio sarà chiedere un incontro a Passera: “Non ci rassegneremo facilmente” Sono 60 i giorni che separano le donne dell’Omsa di Faenza dal licenziamento collettivo. Li trascorreranno nell’ansia di chi guarda gli ultimi granelli di sabbia scendere in una…