omicidio

No Picture

L’italia che muore

Mentre Bersani filosofeggia intorno a fantasiose redistribuzioni dell’IMU e rivisitazioni della macchina di morte di Equitalia, nel tentativo di mercanteggiare l’appoggio di Grillo. Mentre l’Europa pretende con tono perentorio altre lacrime ed altro sangue subito, senza discussioni. Mentre il golpista trombato Mario Monti si dice pronto a tutto purché non nasca un governo anti europeo. Mentre la politica gigioneggia nei salottini TV su argomenti pregnanti come la legge elettorale ed…


No Picture

I due marò ringraziano il popolo italiano. A me no

L’aereo atterra a Ciampino in diretta TV, e l’unica differenza tra questi eroi e gli altri che ci hanno abituato a vedere, è solo il fatto che loro scendono dall’aereo sulle loro gambe; gli altri, in genere, dentro una scatola di legno avvolta dal tricolore. No, non è vero. È diverso anche il fatto che a differenza degli eroi morti, questi hanno un palco sul quale salire, per ringraziare, per…


No Picture

Adesso Gotti Tedeschi inizia ad aver paura

Ettore Gotti Tedeschi temeva di essere ucciso e aveva preparato – come polizza sulla vita – un memoriale sui i segreti dello IOR. L’ex presidente della cosiddetta banca vaticana, dal settembre 2009 al maggio 2012, aveva consegnato un paio di esemplari del dossier agli amici più fidati, con una postilla a voce: “Se mi ammazzano, qui dentro c’è la ragione della mia morte”. Martedì scorso, una copia del dossier sullo…


No Picture

Omicidio Pasolini. Dopo 37 anni spunta un testimone che vide la scena!

«Erano in tre o quattro, sui trent’anni… Per terra c’era un uomo steso. Era Pasolini». Ogni tanto quella scena di una notte fosca e terribile gli torna in mente. Misha Bessendorf non vive più da tempo ad Ostia dove era approdato a metà degli anni ’70 come ebreo profugo russo. Allora, nel 1975 aveva 25 anni, oggi 62. Insegna matematica a New York dove si è laureato poco dopo il…


No Picture

Modena: indagato il segretario regionale Pd Stefano Bonaccini per abuso d’ufficio

La vicenda risale al periodo in cui era assessore al patrimonio di Modena e avrebbe a che fare con una società favorita nella gestione di un chiosco all’interno del parco intitolato a Enzo Ferrari. Adesso alla Corte dei Conti il compito di verificare il danno patrimoniale. Nel mirino della magistratura sono finiti anche altri funzionari pubblici e alcuni imprenditori Turbata libertà degli incanti e abuso d’ufficio. Sono i reati ipotizzati…