NATO

Comincia in Turchia il crepuscolo della Nato

Le cose turche si vanno chiarendo perché con l’assedio alla base americana di Incirlik dove si trovano 80 testate atomiche, l’ipotesi di un autogolpe di Erdogan perde consistenza, nonostante il sultano di Ankara ne abbia tratto il massimo vantaggio per rafforzare il suo potere, mentre prende corpo l’idea che il suggerimento per il colpo di stato sia venuto da Washington che infatti ha atteso di vedere come andavano le cose…


Fino a duemila soldati Usa-Nato entreranno in Ucraina nei prossimi mesi

di Eugenio Cipolla Nonostante vada professando atteggiamenti distensivi, l’occidente nell’ultima settimana sta continuando imperterrito a lanciare segnali tutt’altro che concilianti nei confronti della Russia. Il primo è arrivato nel fine settimana a Varsavia, dove si teneva il vertice NATO. Durante il summit si è ricorso per la prima volta a un nuovo formato per discutere la crisi ucraina: il “Great Five”. A prenderne parte i primi c’erano i primi ministri…


Il vertice Nato sancisce la servitù dell’Europa agli interessi americani

di Salvo Ardizzone Al di là delle tante chiacchiere e balbettii, il Vertice Nato di Varsavia dell’8 e 9 luglio ha, come ovvio, accolto in pieno le richieste di Washington: prosecuzione dell’impegno afghano fino al 2020, rafforzamento della militarizzazione dell’Est Europa, totale supporto alla politica Usa in Medio Oriente e nel Mediterraneo. L’Italia è coinvolta in pieno in tutte queste operazioni. Il segretario della Nato Stoltenberg, ha annunciato che la…


Il crepuscolo della NATO

di  Thierry Meyssan*, Pino Cabras La storia della NATO e delle sue attività attuali permette di capire come l’Occidente ha costruito le sue menzogne e perché ormai ne è prigioniero. Gli elementi contenuti in questo articolo sono scioccanti, ma è impossibile negare i fatti. Al massimo possiamo aggrapparci alle menzogne e continuare ad attenerci ad esse. Il vertice dei capi di Stato e di governo della NATO si è appena…


“RUSSIA E CINA RENDONO LA NATO OBSOLETA”

di Federico Pieraccini Mentre UE e USA vanno sempre più a picco tra debiti, sparatorie, attentati, terrorismo e corruzione, il resto del mondo si prepara (speranzoso). Le recenti dichiarazioni di Xi Jinping (presidente RPC) al 95esimo congresso del partito comunista cinese. 1. “Il mondo è sull’orlo di cambiamenti radicali. Vediamo come l’UE si sta progressivamente sgretolando e l’economia degli Stati Uniti è al collasso. Le conseguenze saranno un nuovo ordine…


La Turchia alle corde

Questa è stata una settimana stupefacente, che ha visto il primo chiaro segno di collasso per l’Unione Europea e il Presidente turco Erdogan presentare le sue scuse alla Russia per l’abbattimento di un SU-24 russo in Siria sette mesi fa. Anche se il secondo evento è stato di gran lunga eclissato dal primo, potrebbe essere il segnale di qualcosa di molto più drammatico: il collasso della Turchia. Vi sembra un’esagerazione?  …


Il Presidente della Repubblica ceca vuole un referendum su Unione Europea e NATO

Il presidente della Repubblica ceca, Milos Zeman, ha formalmente chiesto che anche nel suo paese venga indetto un referendum per decidere non solo della futura partecipazione nell’Unione Europea, come avvenuto nel Regno Unito, ma anche per quel che riguarda la Nato. Questo nonostante Zeman abbia dichiarato di rimanere in entrambe le organizzazioni. Il supporto per l’Unione Europea sta crollando nel paese dell’Europa centrale. In Aprile, un sondaggio condotto dall’istituto CVVM…


Risposta russa alle richieste della Ministra della Difesa tedesca

da Redazione. – Interessante riportare la risposta del Ministero della Difesa russa alle richieste della  ministra della Difesa tedesca, Ursula von der Leyen, di avere da Mosca “una informazione in anticipo dei movimenti e del numero delle forze militari russe all’interno delle proprie frontiere, secondo i protocolli previsti nell’ambito OCSE, come ha richiesto anche la NATO, che, secondo la ministra, è una alleanza puramente difensiva che aveva fatto questa proposta…


Le menzogne delle marionette europee al servizio degli USA e della NATO non reggono di fronte alle prove

La NATO realizza manovre ed esercizi militari a ridosso delle frontiere della Russia e non perde occasione per dichiarare che questo paese (la Russia) rappresenta una “minaccia” per la propria sicurezza. Tuttavia sorgono dubbi su chi sia il vero aggressore (e su chi minaccia chi…) visto che l’Alleanza ha mancato a tutte le sue promesse ed i suoi impegni alla non espansione di questa verso l’Europa dell’Est. Il servizio stampa…


Brexit o non Brexit, non è il problema

di  Gianni Petrosillo Il Brexit non ci sarà (a maggior ragione dopo l’omicidio di Jo Cox, deputato attivo per il “Remain”). Non facciamo ipotesi sul delitto, benché sia stata la linea europeistica ad avvantaggiarsi del tragico accaduto. Ma anche se Londra uscisse dall’Ue non cambierebbe molto per gli equilibri (geo)politici dell’Unione che sono garantiti dall’ingombrante presenza della Nato sul suo territorio e dalla costante ingerenza di Washinton nei suoi affari. La…


Truppe speciali NATO di Francia e Germania in Siria, in appoggio ai “ribelli moderati”

La Cancelleria di Damasco ha denunciato, con un duro comunicato, la presenza accertata di forze di reparti speciali francesi e tedeschi  in coordinamento con comando Nato che si trovano sul terreno in Siria nelle località di Kobane e di Manbej, nel nord della Siria. In un comunicato del Ministero degli esteri siriano, si considera la presenza estraenea di questi reaprti una violazione dei principi della Carta delle Nazioni Unite ed…


J. Steppling: “Hillary è più temibile di Trump perché ama la guerra. E’ una sadica sociopatica”

L’AntiDiplomatico intervista il noto drammaturgo statunitense. “La propaganda anti russa è davvero senza respiro. Ed è iniziata, in particolare per opera dei liberal a stella e strisce, grazie alla colonizzazione dei Clintons di Hollywood“. di Alessandro Bianchi* John Steppling è un grande drammaturgo e sceneggiatore statunitense. Uno dei fondatori del Padua Hills Playwrights Festival e Rockefeller Fellow, ha vinto nel corso della sua carriere numerosi riconoscimenti, tra cui il PEN-West come miglior…


Come gli USA hanno trasformato la Germania in uno Stato vassallo

Il politologo russo Dmitri Sedov ha analizzato in un suo articolo come le politiche degli USA siano riuscite a fare della Germania uno Stato vassallo di Washington per evitare che questo possa costituirsi come forza indipendente. Nel suo pezzo, scritto per il portale Fondosk Sedov,  ha descritto come una menzogna quella che fu la dichiarazione degli USA e del Regno Unito emessa dopo la Seconda Guerra Mondiale circa la “inclusione…


Tensioni fra Mosca e Berlino per la decisione della cancelleria tedesca di indicare la Russia come “minaccia globale” per la sicurezza in Europa

Il giornale tedesco Die Welt ha anticipato che la Germania pubblicherà presto la nuova versione del Libro Bianco di 80 pagine in cui vengono definiti i principi e le linee strategiche del paese, e in questo la Germania considera esplicitamente la Russia come un “rivale” invece che un “socio”, come risultava nella precedente edizione del 2006 (dove si menzionavano i molteplici livelli di interscambio intercorrenti fra Germania e Russia). Vedi:…


Gli USA “tirano la coda” all’Orso russo mentre Obama straparla di pace

di Luciano Lago Mentre Obama si reca in Giappone ad Hiroshima e straparla di pace:  “………. dobbiamo fare di tutto per distruggere gli armamenti o per bloccare gli acquisti da parte di fanatici di queste armi. Ma questo non è e non sarà mai abbastanza. In tutto il mondo le bombe e i fucili creano morte. Dobbiamo cambiare modo di pensare per bloccare conflitti e usare la diplomazia”. Parole al…


Trump, Hofer, Nato, Loi Travail e Siria: la “finta sinistra” sempre più finta

di Vincenzo Brandi Una serie di interessanti notizie, apparentemente  non collegate tra loro, hanno colpito l’opinione pubblica nazionale ed internazionale in queste ultime settimane, ma sembra a chi scrive che esse abbiano in comune una serie di fili che le legano strettamente. Esaminiamo per primo il fenomeno Trump. Per la prima volta questo vulcanico candidato alla presidenza USA supera di poco nelle previsioni di voto la “democratica” Hilary Clinton. Apriti…


La guerra contro la memoria storica è una campagna a lungo termine della NATO

di Mateusz Piskorski La NATO è un’alleanza presente da tempo immemorabile che ha liberato l’Europa dal nazismo e ci protegge dall’orso russo, che poi è quello che dovremmo credere. La verità storica è molto diversa, ma la NATO si sforza di revisionarla. Un compito a lungo termine con conseguenze oscure. Nei giorni 8 e 9 luglio, Varsavia ospiterà il prossimo vertice della NATO, la riunione dei capi degli Stati membri…


Attenti a ciò che desiderate: la Russia è pronta alla guerra

di Pepe Escobar E così i ministri delle 28 nazioni NATO si sono incontrati a Brussels per un summit di due giorni, mentre veniva arruolata, come nuovo membro, la poderosa potenza militare del Montenegro. Il Robocop mondiale NATO ha prevedibilmente discusso di Afganistan (una guerra che la NATO ha ignominiosamente perso), di Iraq (una guerra che il Pentagono ha ignomignosamente perso), di Libia (una nazione che la NATO ha trasformato…