Londra

L’economia inglese post-Brexit continua a crescere!

di Paolo Cardenà – Vincitori e vinti L’economia Uk nel terzo trimestre (post voto brexit) è cresciuta dello 0,5%, e il settore servizi ha trainato la performance, con un contributo significativo. Ci sono economisti che negli ultimi mesi si sono rotti le mani a furia di scrivere per spiegare che la svalutazione delle sterlina non avrebbe apportato benefici all’economia, proprio perché il contributo del settore servizi è assai significativo sul…


Washington e Londra annunciano possibili nuove sanzioni contro la Russia e la Siria per la crisi di Aleppo

Seriamente preoccupati per la prossima sconfitta dei gruppi terroristi sostenuti dai governi degli USA e del Regno Unito, i due ministri degli esteri dei rispettivi paesi, John Kerry e Boris Johnson, partecipando a Londra ad una riunione sulla Siria,  hanno tenuto un conferenza stampa nel corso della quale Johnson ha voluto sottolineare che “non bisogna diminuire la pressione sulla Siria e sul Governi di Al- Assad, della Russia e dell’Iran”….


L’ Austria Seguirà lo stesso percorso di Londra

VIENNA – Con Hofer come presidente, se le autorità’ di Bruxelles decideranno di ammettere la Turchia nell’Unione Europea, o con nuove modifiche dei trattati comunitari tese a ridurre ulteriormente le competenze degli Stati membri, l’Austria potrebbe salutare Bruxelles e compagnia. Lo ha dichiarato Norbert Hofer, leader del Freiheitliche Partei Österreichs, il partito austriaco della libertà, formazione ultranazionalista, che ha vinto il suo ricorso. E può così ricominciare la rincorsa alla presidenza…


Stati Uniti : utilizzo di una strategia del caos controllato per l’ingegneria sociale in Europa

Tony Cartalucci -ricercatore geopolitica con sede a Bangkok – ha commentando l’attuale crisi dei rifugiati oramai fuori controllo in Europa : “I peggiori nemici della civiltà europea sono quelli al potere a Washington, Londra e Bruxelles” – “Dal 2007 Washington è stata occupata nella scientifica pianificazione per il rovesciamento e la distruzione dei regimi politici istituiti in tutta la regione del Medio Oriente e Nord Africa (MENA), aggiungendo che i…


Il Regno Unito conferma la sua partecipazione alla guerra contro lo Yemen

Il cancelliere britannico, Philip Hammond, ha confermato in una dichiarazione ufficiale rilasciata il Martedì, che il suo paese sta appoggiando il regime saudita nella sua offensiva contro lo Yemen. Il Regno Unito dispone di una presenza militare in Arabia Saudita nella sua guerra scatenata contro lo Yemen e “sta lavorando con i sauditi  per assicurare le procedure corrette per evitare violazioni al diritto internazionale umanitario”, ha assicurato il cancelliere britannico…


La yuanizzazione del Mondo inizia alla City di Londra

Il governo cinese promuove l’internazionalizzazione della”moneta del popolo” (‘RMB’) attraverso una politica di alleanze che ignora le barriere ideologiche. Inizialmente gli sforzi della diplomazia dello yuan erano focalizzati sulla regione Asia-Pacifico, tuttavia in un secondo momento s’è reso necessario avere il sostegno dell’occidente. Dopo che il Presidente Xi Jinping ha visitato Londra, il 19 – 23 ottobre, si gettavano le basi dell’età d’oro tra Cina e Regno Unito, con entrambi…


No Picture

Le banche tedesche sono piene di titoli tossici

«La crisi finanziaria non è finita, anzi penso che siamo solo all’inizio. Continuerà ancora a lungo. Vedo che in Germania fanno i sostenuti e danno lezioni a tutti, ma prima o poi dovranno fare i conti con gli assett tossici custoditi dalle loro banche». Giulio Sapelli, docente di Storia economica all’Università Statale di Milano, è un uomo di analisi originali, radicata cultura e soprattutto ha una sana vocazione alla polemica…


No Picture

Olimpiadi in Italia?

La macchina dei grandi eventi è di nuovo in azione. Come negli anni ruggenti di Guido Bertolaso e Angelo Balducci, prima della grande crisi. Non c’è solo l’austerity a minacciare le casse dello Stato. Adesso spingono il presidente del Consiglio a firmare un impegno di spesa colossale che andrà a gravare su tutti gli italiani: l’organizzazione delle Olimpiadi a Roma nel 2020. Al premier Mario Monti chiedono di sottoscrivere la…


No Picture

Il Brasile scavalca la Gran Bretagna e diventa la sesta economia del mondo

L’Italia resta all’ottavo posto. «La graduatoria mostra anche il peso crescente dell’Asia, a scapito dei Paesi occidentali»   LONDRA– Il Brasile ha scavalcato il Regno Unito ed è diventato nel 2011 la sesta potenza economica mondiale per Prodotto interno lordo (Pil). L’Italia resta all’ottavo posto. Lo ha annunciato l’istituto di ricerca Cebr, un istituto britannico indipendente, con sede a Londra. Nella sua ultima classifica, la World Economic League Table 2011,…