legge

No Picture

Droghe: Ascia chiede asilo a Paesi esteri contro Fini-Giovanardi

(AGENPARL) – Roma, 03 ott – “A causa della legge 49/06 (Fini-Giovanardi), milioni di cittadini italiani vivono a rischio “criminalizzazione”, nonostante che le qualità civiche, lavorative e familiari siano impeccabili per la maggior parte di essi. La suddetta legge prevede una condanna dai 6 ai 20 anni di reclusione anche per la coltivazione di una sola pianta di cannabis contemplando la “presunzione di reato di spaccio”, un reato a cui…


No Picture

Vogliamo la legge anti-corruzione!

Questi dati sono noti a tutti, ma sottolineano la necessità di una legge che punisca severamente ogni tentativo di corruzione, in maniera verticale, dai massimi dirigenti agli impiegati, dall’industriale che paga per ottenere al funzionario che si presta (e spesso pretende…). Che il PDL si opponga la varo di una legge, richiesta a gran voce anche dal Parlamento Europeo da anni, è scandaloso. La rinascita del Paese passa dalla credibilità…


No Picture

Vuoi studiare? Paga!

Il castigo, cioè l’aumento delle tasse universitarie, potrebbe riguardare non solo gli studenti fuori corso ma anche chi è al passo con gli esami. L’ultima versione del decreto legge sulla spending review, che oggi sarà votato dall’Aula del Senato, cambia ancora le regole sui contributi chiesti al momento dell’iscrizione. Il testo uscito nei giorni scorsi dalla commissione Bilancio prevedeva la possibilità di alzare le tasse solo per i fuori corso….


No Picture

Una Proposta di Legge Elettorale

Premesso che una Legge Elettorale è uno strumento che consente ai Cittadini di scegliere i Portavoce da cui vorrebbero essere Rappresentati in un’Assemblea. Per quanto ci si sforzi di studiarne una capace di dar voce a tutti e nel contempo rendere governabile un paese, qualsiasi tipo di Legge Elettorale è sempre perfettibile. In un mondo perfetto, sia in un Consiglio Comunale, in quello Regionale o in Parlamento, qualsiasi minoranza dovrebbe…


No Picture

Fondi all’editoria? La grande abbuffata… a spese nostre

1- FONDI ALL’EDITORIA, VIA LIBERA ALLA LEGGE Via libera della Camera al decreto legge sul riordino dei contributi all’editoria: dopo l’approvazione al Senato, il testo ha ricevuto il sì definitivo di Montecitorio con 454 voti favorevoli, 22 contrari e 15 astenuti e diventa così legge. L’unico gruppo a votare in blocco contro il testo è stato l’Idv. Nato in clima di austerity, il decreto del Governo, messo a punto dal…


No Picture

Imbavagliateli tutti!

Tutti con Napolitano, ma il Pdl ne approfitta per tentare di incassare la legge sulle intercettazioni, grande incompiuta della legislatura. Subito l’anomala maggioranza che sostiene Monti si divide, come sempre avviene sulla giustizia. Alfano definisce «indecorose e indegne» le telefonate che «sfiorano» il Quirinale, ma attacca Casini e le sue «lacrime di coccodrillo» perché non ha sostenuto a sufficienza il vecchio ddl sugli ascolti, fonte di grande contrasto – bisogna…


No Picture

Cittadini tremate il Bavaglio è tornato! Ecco chi lo vuole

“Mi fa piacere notare che sulle intercettazioni noi del Pdl non siamo più da soli”. Il capogruppo in commissione Giustizia alla Camera, Enrico Costa ha un sussulto di entusiasmo, quando sente il capo dello Stato dire che c’è la necessità di una “larga” intesa politica sulla legge sugli ascolti. Un sussulto di sollievo rispetto a una riforma che gli sembra “indifferibile” e sulla quale l’accordo non c’è e che fino…


No Picture

Mr B. gongola, finalmente il bavaglio tecnico è realtà!

Non ci sono mai buone notizie per la stampa quando ci si occupa di intercettazioni. Il bavaglio, totale o parziale che sia, è sempre dietro l’angolo. La riforma targata Severino non fa eccezione. A stare al testo che qualche settimana fa il ministro della Giustizia ha distribuito ai partiti almeno tre novità risultano incontrovertibili. Una riguarda il divieto di pubblicare «per riassunto» gli atti di un processo. Le altre due…


No Picture

Legge elettorale in stallo, tra la paura dei sondaggi e quella di premiare il nemico

Nonostante il pressing del Capo dello Stato Giorgio Napolitano che negli ultimi giorni, a più riprese, ha sollecitato i partiti a varare le riforme istituzionali e, soprattutto, una nuova legge elettorale, l’accordo raggiunto su quest’ultimo punto da Alfano-Bersani-Casini sembra essersi dissolto nelle urne amministrative. E senza un accordo reale, l’obiettivo principe di Pdl, Pd e Udc, è non restare con il cerino acceso in mano e prendersi dunque la responsabilità…


No Picture

Partiti marci (di soldi)!

Onorevole Bersani, che cosa l’ha spinta ad appellarsi ad Alfano e Casini per promuovere una legge sui bilanci dei partiti? «Io sono convinto che nei prossimi dodici mesi dovremo affrontare un passaggio drammatico: o saremo in grado di consegnare all’Italia un assetto costituzionale occidentale del nostro sistema politico, riformandolo, o ci arrenderemo a un’eccezione italiana, passando da un populismo all’altro. Siccome il nostro obiettivo è il primo, è chiaro che…


No Picture

Politico mondo marcio…

1 – MONTI: ‘SE IL PAESE NON SI SENTE PRONTO NON CHIEDEREMMO DI CONTINUARE’ Radiocor – ‘Se il Paese attraverso le sue forze sociali e politiche non si sente pronto per quello che noi riteniamo un buon lavoro non chiederemmo di continuare per arrivare a una certa data’. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Monti, a proposito della riforma del lavoro. Citando una massima di Giulio Andreotti, ‘meglio…



No Picture

PD e PDL studiano quale legge elettorale gli permette di rubare più seggi parlamentari con meno voti! W la democrazia

Da alcuni giorni gli strateghi dei partiti sono al lavoro per trovare un accordo sulla legge elettorale: mentre negli altri paesi del mondo la legge elettorale si modifica all’incirca una volta ogni 50 anni, da noi in Italia prima di ogni tornata elettorale si cerca di inventarsi un  escamotage tecnico per garantirsi e rafforzarsi la propria presenza in parlamento. L’ultima volta fu varato il porcellum, la legge elettorale ideata dal leghista…


No Picture

Dal 1° Gennaio, Berlusconi può comprarsi il Corriere della Sera!

Dal primo gennaio 2012 Silvio Berlusconi può comprarsi il Corriere della Sera, o se preferisce Repubblica e La Stampa, e qualsiasi quotidiano italiano da unire al gruppo Mediaset. Operazione non facilissima, perché bisogna trovare i venditori. Però possibile per la legge. Anche la Mondadori può acquistarsi un quotidiano, e qualche pensierino era stato fatto in passato sul Foglio di Giuliano Ferrara. Vero anche l’opposto: Rcs o Carlo De Benedetti se…


No Picture

Pubblicisti Fuorilegge! Viva la libertà d’Informazione

L’allarme l’avevano lanciato associazioni di giornalisti precari e blog, già da ieri, soprattutto al Sud dove il praticantato e l’esame per diventare giornalista professionista sono praticamente un miraggio. Ora, la bomba è esplosa: stando a molte interpretazioni autorevoli, la norma sulla “Riforma degli ordini professionali” contenuta nella manovra economica di GoldMonti avrà l’effetto di cancellare l’albo dei giornalisti pubblicisti, mentre resterebbe in piedi soltanto l’albo dei professionisti, ovvero di coloro…


No Picture

Arrivano le superpensioni per i ministri

I tecnoministri potranno scegliere, come è avvenuto fino ad adesso in base a una legge del governo D’Alema del’99 (e non per disposizioni di adesso) se guadagnare a fine mese l’indennità da ministro (3.746 euro lordi) più quella del parlamentare (10.697 lordi), oppure, se dipendenti pubblici in aspettativa, quella da ministro più uno stipendio pari a quello che avevano prima, purché non superi l’indennità parlamentare. Ma i ministri di Monti…


No Picture

Bavaglio per tutti!

L´sms di Cicchitto è arrivato a sorpresa. Spedito già due giorni fa dal capogruppo Pdl ai deputati. Ordine perentorio: «Prossima settimana presenza obbligatoria in aula fino a venerdì. Sospese missioni e permessi». L´obiettivo è chiaro: gli uomini di Berlusconi tentano il blitz sulle intercettazioni. Se l´ostruzionismo dell´opposizione è contenuto, vogliono votare entro venerdì senza ricorrere alla fiducia. Ma se in aula si scatena la baraonda, per portare a casa l´agognato…


No Picture

Biotestamento, la legge che frega anche i cattolici

Senza una buona normativa, non si potrà chiedere di rimanere attaccati per sempre alla macchina. E ai medici piacerà? Ma i fautori della vita “dal concepimento naturale alla morte naturale” non hanno pensato che senza una buona legge sul biotestamento, anche questo loro – legittimo – desiderio non potrà essere rispettato e soddisfatto? Non hanno pensato che se si assegna, per volontà di legge, al medico la sovranità esclusiva sulla…