ISIS

Finanza, mercato e islam, fra strategia della tensione e geopolitica del caos

Se dovessimo credere alle fiabe, come dei bravi bimbetti condizionati, diremo che l’orco è l’islam, mentre l’eroe, il buono, è l’occidente neocapitalista del libero mercato e dei diritti umani, in grado di affrontare e sconfiggere l’orco cattivo. In verità, non essendo bimbi creduloni, sappiamo bene davanti a noi ci sono ben due orchi cattivi che procedono appaiati. Il primo, l’islam, è stato evocato e sostenuto dal secondo, l’occidente neocapitalistaprodotto dalla…


Perché proprio il Belgio?

Con gli attentati di oggi a Bruxelles, per la seconda volta in pochi mesi una piccola nazione europea – il Belgio – si è ritrovata al centro delle attenzioni del mondo e di chi si occupa di terrorismo internazionale. Lo scorso novembre, pochi giorni dopo gli attacchi di Parigi, emerse che gli attentatori erano cittadini belgi oppure francesi che avevano vissuto a lungo in Belgio; una settimana dopo la polizia…


Clamoroso: Il capo delle spie dell’ELS (ribelli siriani) denuncia che la CIA sapeva del Daesh e ne fu complice

Il capo delle spie del denominato Esercito Libero Siriano (ELS), i “ribelli moderati” in Siria, ha rivelato che la CIA ignorò totalmente le informazioni che i suoi agenti fornirono circa il gruppo terrorista dell’ISIS (Daesh in arabo) nel 2013 quando il gruppo si costituì. Nel corso di una intervista esclusiva pubblicata il Martedì dal giornale Le Monde, l’agente incaricato dell’ELS,  con il nome chiave di “M”, ha detto di aver…


Siria: Missione compiuta!

Il Dr. Assad dichiara vittoria, avviato il ritiro della forza aerea russa dopo che i terroristi sono stati distrutti Ziad Fadil, Syrian Perspective Il 13 marzo 2016, il Dottor Bashar al-Assad aveva un colloquio telefonico con l’omologo russo sugli accordi presi prima del 30 settembre 2015, quando la Russia inviò personale di volo e di supporto in Siria per avviare la repressione dei cannibali terroristi supportati da sauditi, statunitensi e…


Putin e il ritiro: la mossa del cavallo

Al confronto delle penosi trucchetti e delle ondivaghe e pretestuose oscillazioni occidentali che solo un sistema mediatico di potere può far sembrare intelligenti e coerenti, la politica di Mosca sorprende con la sua perspicace e intelligente linearità. La Russia è intervenuta quasi di sorpresa in Siria proprio nel momento in cui i “volonterosi” parevano aver davvero messo in crisi irreversibile Assad e si crogiolavano nella doppia partita della finta guerra…


Uiki Onlus: Lo stato turco sostenitore dell’ ISIS sta massacrando i curdi

Negli ultimi giorni i rappresentanti dell’UE si sono incontrati con il Primo Ministro turco A. Davutoglu. Si sono impegnati in una vergognosa trattativa con la Turchia sulla crisi dei rifugiati. Lo stato turco sta usando le vittime che sono fuggite dagli attacchi turchi e di ISIS contro l’UE. Ufficio Kurdistan Lasciandosi ricattare, l’UE ha ignorato i suoi principi fondamentali di democrazia, diritti umani, diritto alla vita e diritto alla libertà…


Erdogan, Genocidio, e ISIS – Il destino del Sultano è segnato

I tentativi del Presidente Turco Recep Teyyp Erdogan di demonizzare l’YPG, l’esercito Curdo Siriano, e di minacciare e intimorire gli Stati Uniti stanno avendo l’effetto finale di creare un potente movimento volto alla sua rimozione, basato sulla motivazione che in questo modo l’opinione pubblica negli Stati Uniti e in Europa dimenticherebbe chi sono i veri colpevoli nel tragico attacco alla Siria e focalizzerebbe la propria attenzione sulle accuse di genocidio…


L’apparente tregua in Siria non ferma i piani di balcanizzazione di Washington e Tel Aviv

Mentre si regge faticosamente una tregua parziale delle armi in Siria, nelle zone già controllate dai gruppi terroristi di Al Nusra e dell’ISIS si registra la rotta di molte formazioni di miliziani, decimate dalle numerose perdite di queste ultime settimane (si parla di alcune migliaia di morti) e dalle frequenti diserzioni di miliziani che sono in fuga verso la Turchia, prima che vengano definitivamente chiusi i passaggi del confine turco-siriano….


Siria: Rivolta della popolazione a Raqqa contro l’ISIS

Rivolta della popolazione nella città di Raqqa, nel nord della Siria, che si trova ancora sotto il controllo dei gruppi terroristi dell’ISIS e che veniva  considerata la capitale dello Stato Islamico. In alcuni quartieri di Raqqa sono iniziate manifestazioni spontanee a sostegno dell’esercito di Assad, che in seguito si sono trasformate in violenti scontri con i terroristi islamici. Secondo le testimonianze, i manifestanti sono riusciti ad uccidere un gran numero…


La Grecia intercetta una nave turca carica di armi e munizioni per i jihadisti dell’SIS in Libano

I guardia coste greci hanno intercettato ieri una nave turca al largo dell’isola di Creta ed hanno proceduto al sequestro di un carico di armi, munizioni ed esplosivo contenuto in sei containers che erano destinati in Libano. Sono stati arrestati tutti i componenti dell’equipaggio: 6 siriani, 4 indiani ed un libanese. La nave proveniva dalla Turchia ed in particolare era salpata dal porto di Izmir dove aveva imbarcato il carico….


“Ogni parte di me è cambiata nelle loro mani”: un’ex schiava sessuale dell’ISIS racconta

Nadia Murad aveva solo 19 anni quando la sua cittadina nel Sinjar, nel nord dell’Iraq, è caduta in mano allo Stato Islamico. “Sono arrivati il 3 agosto [2014] e ci hanno detto che se ci fossimo convertiti ci avrebbero lasciati in vita, ma nessuno si è convertito,” racconta. “Hanno detto che il 15 agosto alle 11 del mattino ci saremmo dovuti ritrovare a scuola, che era un edificio a due…


L’Esercito Siriano inizia l’offensiva per prendere Raqqa, la “capitale” dello Stato Islamico. L’Iran ha iniziato il ponte aereo con la Siria

Unità delle forze dell’Esercito siriano e le Forze di difesa Nazionale stanno avanzando varso la città di Raqqa,quella che è la autoproclamata “ capitale” dello Stato Islamico. Queste forze hanno preso il controllo di aree strategicamente importanti lungo la strada tra Salamiyah e Raqqa, che conduce direttaemnte a Raqqa, capitale della omonima provincia. La scorsa Domenica, le forze siriane e le milizie palestinesi alleate hanno conquistato le colline di Tal…


La Turchia è la fonte non la soluzione per l’ISIS e la crisi in Siria

Un torrente di propaganda abituale ha inondato le onde radio TV come per l’approssimarsi del collasso di Washington e dei patrocinatori dei gruppi terroristi e dei loro alleati regionali nello scenario della Siria. Tutta una propaganda basata su “preoccupazioni umanitarie”, fa ricordare del torrente di menzogne, falsificazioni e inganno diffusi per l’opinione pubblica mondiale, che avevano preceduto l’intervento militare della NATO in Libia – un intervento militare che ha creato…


Si avvicina la liberazione di Aleppo con l’avanzata dell’Esercito siriano mentre i negoziati a Ginevra vengono interrotti

Prosegue sul terreno l’offensiva dell’Esercito siriano sia verso Aleppo, sia  sul fronte Ovest, mentre i gruppi terroristi, appoggiati dai sauditi, turchi e USA , martellati dall’aviazione russa e dai colpi delle forze siriane, subiscono colossali perdite e devono arretrare in cerca di vie di fuga. Le forze siriane nelle ultime ore hanno respinto un attacco terrorista dell’ISIS (Daesh in arabo) su Deir al- Zur (este) ed hanno ucciso 40 miliziani…


La Russia invia un chiaro messaggio alla NATO

Quali obiettivi la Russia persegue in Siria? Perché l’occidente non scoprì l’avvio dell’operazione russa in Siria? La caporedattrice di Pravda Inna Novikova parla con il capo redattore della Rivista Difesa Nazionale Igor Korotchenko.   Sei tornato di recente dalla Siria, Paese dove la guerra civile imperversava da cinque anni quando la Russia decise di avviare l’operazione militare in Siria, sorprendendo molti. Alcuni dicono che la Russia affonderà in questo conflitto….


Cosa difende la NATO attualmente? Il Disordine Mondiale

Cosa difende attualmente l’Alleanza Atlantica (NATO) ? L’Ordine Mondiale? No, piuttosto difende il disordine mondiale? Quando si mettono in evidenza i collegamenti tra la NATO e l’ISIS, per quanto abbiano cercato di occultarli: ad esempio quando fingono che non sia accaduto niente con lo Stato Turco, membro della NATO. Lo Stato turco che acquista il petrolio dall’ISIS e che dal suo territorio permette il transito e l’infiltrazione di convogli di…


Israele getta la maschera: per noi l’ISIS non è’ un nemico

Nel corso di una conferenza tenutasi presso l’”Istituto di Studi per la Sicurezza Nazionale” a Tel Aviv, il ministo della Difesa israeliano, Moshe Yaalon, ha dichiarato di “preferire l’ISIS rispetto al pericolo costituito dall’Iran e che Israele non considera che l’ISIS (Stato Islamico) costituisca una minaccia per Israele. L’esponente del Governo israeliano ha inoltre aggiunto che ” bisognerà sempre considerare  l’Iran quale  il principale nemico di Israele”. Yaalon ha affermato…


La casa degli orrori dei Saud

L’analista politico Dmitrij Drobnitzkij su come “la rete di amici” degli Stati Uniti viene gradualmente distrutta Dmitrij Drobnitzkij, Izvestija – South Front La politica statunitense in Medio Oriente è in grave declino. E’ argomento comune non solo sui media mondiali, ma anche per la maggior parte degli esperti di affari internazionali statunitensi e per i candidati alle presidenziali degli Stati Uniti del 2016. Non è solo l’effetto delle due grandi…