inchiesta

No Picture

I regali genovesi a Gavio

“Documento finanziamento sig. Penati”. È chiamato così un file sequestrato nello studio di Renato Sarno, l’architetto indagato, insieme con una ventina di persone tra cui Filippo Penati, nell’inchiesta della Procura di Monza. Sarno avrebbe anche contribuito a finanziare la campagna elettorale del 2009 di Penati. Intanto l’inchiesta si allarga. All’attenzione degli investigatori non solo la compravendita di azioni della Milano-Serravalle tra la Provincia di Milano guidata da Penati e il…


No Picture

E’ troppo chiedere chiarezza sui soldi alla fondazione di D’Alema?

La contro-replica del vicedirettore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio che insiste: “D’Alema venga in redazione per un’intervista” Ringrazio l’on. pres. Massimo D’Alema per le cortesi risposte alle nostre obiezioni: dovrebbe essere normale che un politico risponda a un giornale, ma in Italia è un’eccezione. Gli rinnoviamo però l’invito per un’ampia intervista nella redazione del Fatto, perché restano molti punti da chiarire. 1) Cesare De Piccoli, come tutti sanno in Veneto,…


No Picture

Paradisi radioattivi: tutte i disastri nucleari provocati dall’uomo

Tutti conoscono Chernobyl, Three Mile Island e adesso Fukushima. Ma che dite di Semipalatinsk, Palomares e Kyshtym? Il mondo pullula di terre contaminate, come probabilmente già immaginavate, datasi la lungimiranza umana. Nel trattare certi argomenti l’importante è non essere OALD. E che vuol dire? Vuol dire che non bisogna dire cose ormai fritte e rifritte e che sanno tutti. Ma con il nucleare forse è meglio rifriggere gli argomenti. Così,…


No Picture

L’Aquila due anni dopo

Gli aquilani riempiono le strade, girano per i vicoli e soprattutto combattono. Le finestre ancora aperte e le tende mosse dal vento. Le stanze senza pareti e le sedie e le scrivanie con libri e quaderni ancora aperti, come se fossero stati abbandonati ma solo temporaneamente. Macerie accatastate e ruspe ferme chissà da quanto tempo. Le case vuote, le stradine deserte ed i negozi chiusi con le insegne ancora penzolanti….


No Picture

Berlusconi – Coca e marchette, perquisizioni a Napoli!!!

Sara Tommasi, festini e marchette da Lele Mora ai Berlusconi. Ma anche disperazione Piange al telefono con la madre, scrive sms minacciosi direttamente al presidente del Consiglio, finisce in una clinica per curarsi. “Non è la vita che sognavo, se la vita da star è fatta di questo, lo capisco e rinuncio”. Prima la droga, i festini, le marchette, i rapporti diretti con il clan di Lele Mora e Fabrizio…