Guerra

No Picture

Russia e Cina proteggono la Siria perché dopo c’è l’Iran

Il massacro in Siria continua. I bombardamenti non si sono interrotti nemmeno stanotte. Eppure, Russia e Cina hanno votato no ad un piano di emergenza per la soluzione della guerra civile. Interessi nazionali? Non solo: dietro alle proposte di eventuali interventi militari esterni, i due paesi intravedono una guerra mediorientale contro l’Iran, da concludersi entro settembre. Giusto in tempo per non guastare le elezioni del presidente Usa. Nei giorni scorsi…



No Picture

La guerra della Lega al Pdl in casa di Bossi

A Gallarate, provincia di Varese, scontro senza quartiere tra il Carroccio e i berlusconiani I cambiamenti, talvolta, accadono nei luoghi meno aspettati. Anche le tornate amministrative, dove si dovrebbe parlare di strade, servizi e beni pubblici, possono invece prefigurare un futuro che si materializzerà a breve tra la sorpresa di tutti. Nella recente storia italiana proprio alle comunali del 1993, le prime dopo il tornado di Tangentopoli, nacquero le liste…


No Picture

LIbia – La guerra incontenibile

L’invio di consulenti militari a Bengasi rappresenta il primo passo verso il temuto intervento sul terreno. Ma nonostante l’escalation, la pressione militare della Nato non ha sgretolato le forze di Gheddafi come sperato. Ora una soluzione rapida sembra un miraggio. I venti consulenti militari francesi, britannici e italiani inviati in Libia per aiutare i ribelli di Bengasi non rappresentano una forza di occupazione, in quanto sono appunto consulenti e non…


No Picture

La fine della sovranità nazionale!

Che a Londra si sia discusso se fornire di armi gli insorti libici è la conferma, se ce ne fosse ancora bisogno, che in Libia non si è intervenuti per “salvaguardare le vite dei civili”, che era la motivazione ufficiale della risoluzione Onu, ma a favore di una delle due fazioni in campo. Tuttavia la notizia più inquietante che viene dal summit di Londra è un’altra: la decisione di costituire…