Europa

L’Europa sta esplodendo, fra Brexit e impasse spagnola. E in Francia è strategia della tensione

di  Mauro Bottarelli Mentre mercati e istituzioni politiche si godono l’alibi del Brexit per giustificare quanto sta accadendo sugli indici del Vecchio Continente (leggi banche italiane e spagnole alla frutta), i manovratori stanno già lavorando al tassello di destabilizzazione successivo. Ad oggi, fonte un sondaggio commissionato da un grosso hedge fund londinese, il Bremain è al 52% e il Brexit al 48%: si tratta di rilevazioni di flussi cominciate a…


Stati Uniti : utilizzo di una strategia del caos controllato per l’ingegneria sociale in Europa

Tony Cartalucci -ricercatore geopolitica con sede a Bangkok – ha commentando l’attuale crisi dei rifugiati oramai fuori controllo in Europa : “I peggiori nemici della civiltà europea sono quelli al potere a Washington, Londra e Bruxelles” – “Dal 2007 Washington è stata occupata nella scientifica pianificazione per il rovesciamento e la distruzione dei regimi politici istituiti in tutta la regione del Medio Oriente e Nord Africa (MENA), aggiungendo che i…


Allarme sul pericolo del Kosowo: la principale enclave del terrorismo fanatico wahabita in Europa

Gli sforzi dell’Arabia Saudita per aumentare la sua influenza ed estendere la sua perniciosa ideologia wahabita hanno trasformato lo Stato del Kosowo in un terreno fertile per i terroristi. “Gli ingenti finanziamenti immessi dall’Arabia Saudita e l’aumento della sua influenza in questo paese balcanico hanno creato nel Kosowo una enclave del terrorismo jihadista più fanatico dove cresce ogni giornol’indottrinamento ed il reclutamento delle nuove leve per l’esportazione del terrorismo”, lo…


EUROPA PIÙ RUSSIA PRIMA POTENZA. Ecco perché cercano di dividerci

di  Massimiliano Greco George Friedman, direttore dell’agenzia di intelligence Stratfor lo ha detto chiramente: “Noi americani non temiamo la Russia e neppure la Cina. Temiamo solo che Russia ed Europa si uniscano, perché verrebbe fuori una potenza che non potrebbe essere eguagliata”. Massimiliano Greco ci spiega nei dettagli quali siano le potenzialità di una Euro-Russia e il motivo evidente per cui si cerca di contrapporre le due parti. La UE…


TTIP necessario per proteggere le grandi banche. Parola di Ambasciatore Usa in Italia

Il 7 maggio, Deutsche Wirtschafts Nachrichten titolava: “Gli USA pianficano un attacco frontale alle Corti in Europa via TTIP”, e argomentava che, “l’urgenza dell’America di firmare il TTIP con l’Europa ha un motivo solido: le megabanche devono proteggersi da richieste da parte degli investitori europei che sostengono di essere stati truffati durante la crisi del debito … L’Ambasciatore degli Stati Uniti d’America in Italia ha rivelato il relae motivo –…


L’Azerbaigian sponsor dell’ISIS. Perché l’Europa mantiene il silenzio?

La guerra in Nagorno Karabakh ha confermato come l’Azerbaijan sia uno stato che si comporta come l’ISIS. La presenza, oramai certa, di ex miliziani del Califfato tra i militari chiamati a fare il lavoro sporco nella regione contesa del sud del Caucaso rende la nazione governata dal dittatore Aliyev un vero e proprio sponsor dei terroristi dello Stato Islamico. Il taglio delle orecchie agli anziani, l’uccisione di un alunno e…


Il Made In? In Europa lo difendiamo noi!

Il testo originale della relazione di iniziativa sul mercato europeo approvata in Parlamento Europeo nella commissione Mercato Interno e Protezione Consumatori conteneva già molti spunti positivi e credo che attraverso le negoziazioni tra relatori ombra siamo riusciti a migliorarlo ulteriormente ottenendo un testo coerente che riesce a conciliare le diverse istanze emerse. Gli emendamenti di compromesso riflettono bene questa collaborazione. Penso che ne emerga l’attenzione per la salvaguardia del cittadino…


Obama senza finzioni parla chiaro: i paesi europei devono seguire le regole stabilite dagli USA

Per una volta, il presidente Obama ha parlato chiaro ed ha dichiarato quello che è il vero progetto degli USA per l’Europa e per il Mondo:  “Gli USA devono definire le regole e devono prendere le decisioni (….) gli altri paesi devono seguire le regole stabilite dagli USA e dai suoi soci, e non al contrario”. Queste affermazioni Obama le ha messe nero su bianco in un articolo scritto di…


TTIP. Greenpeance pubblica documenti segreti: così vogliono aggirare le leggi su ambiente e salute

Jorgo Riss, direttore di Greenpeace per l’Europa: “si sta spianando la strada a una gara al ribasso negli standard ambientali, della salute e della tutela dei consumatori” Al Guardian, il direttore di Greenpeace per l’Europa, Jorgo Riss, ha annunciato la pubblicazione di 240 pagine segrete delle negoziazioni tra Usa e Ue che metterebbero a rischio le legislazioni europee di tutela dell’ambiente. “Vogliono che l’Ue abbassi o aggiri le sue tutele…


Ttip, il pacco Europa

Sarebbe perfino buffo vedere quanto Obama tenga alla tenuta della Ue, quanto si dia da fare per auspicare in chiaro, ordinare sottotraccia, minacciare con sorprendenti inchieste giornalistiche tra Panama e Washington i piccoli oligarchi europei,perché non gli venga in mente di non battersi fino all’ultimo respiro per la magnifica costrizione. Dico buffo a favore di certa sinistra che non sapendo dove sbattere ideologicamente la testa, ha venduto l’idea che l’Unione…


I muri non sono tutti uguali per la sinistra mondialista, quelli in Israele sotto silenzio

L’Austria si è decisa: il governo austriaco vuole blindare il confine al Brennero per scongiurare l’invasione africana che arriva dalll’Italia ma Renzi  ed Alfano non ci stanno e minacciano  di richiedere sanzioni alla UE contro l’Austria. Contro il  piano austriaco arriva l’altolà del presidente del consiglio italiano: “L’ipotesi di chiudere il Brennero è sfacciatamente contro le regole europee, oltre che contro la storia, contro la logica e contro il futuro”,…


Il genocidio armeno, una verità rinnegata: svista della storia o calcolo politico?

Il 24 aprile si è commemorata la “grande tragedia” del popolo armeno: il Genocidio del 1915/18. Circa 1 milione e mezzo tra uomini, donne, anziani e bambini vennero uccisi con efferata crudeltà nel corso delle persecuzioni operate dalle milizie e dall’esercito turchi. Con ostinata caparbietà, peraltro alimentata subdolamente da alcuni Paesi occidentali asserviti al volere di Ankara, il Governo turco si rifiuta ancor oggi di riconoscere il crimine di Genocidio…


Viktor Orban difende in Europa le radici cristiane e viene indicato come “il pericolo del totalitarismo”

di Luciano Lago L’Ungheria di Viktor Orban continua ad essere l’obiettivo delle critiche più forti da parte dei tecnocrati di Bruxelles e degli opinionisti dei grandi media. Lo stesso Orban viene accusato di aver impresso una “svolta autoritaria” al suo sistema di governo e di aver coalizzato sulle sue posizioni anche altri paesi dell’est Europa.La politica del premier ungherese viene tacciata di “populismo” e di “nazionalismo” e viene indicata come…


LA DEMOCRAZIA SOVRANA NELLA RUSSIA “DI PUTIN”. UN MODELLO POLITICO PER I PAESI DELLA SEDICENTE UNIONE EUROPEA

di Paolo Borgognone Vladimir Vladimirovic Putin, presidente della Federazione russa, è attualmente il politico più demonizzato (dal “circo mediatico” liberale di sinistra) al mondo. A Putin è infatti riservata la diffamazione a mezzo televisivo e stampa definita, da Enrica Perucchietti e Gianluca Marletta, nel bel libro Governo globale, «trattamento Milosevic», in riferimento alla campagna di satanizzazione mediatica condotta, nel 1999, dalla pubblicistica liberal e radical-chic ai danni dell’allora presidente jugoslavo (impunemente…


Il gruppo Visegrad (4 paesi est Europa) continua la sua ferma opposizione alle politiche immigrazioniste che la UE cerca di imporre

Robert Fico: Una Europa multiculturale è fuori della nostra prospettiva. “Non andremo a prendere decisioni a titolo volontario che permettano lo sviluppo di una comunità mussulmana in Slovacchia”. di Luciano Lago 03.04.2016 – In Europa si formato ultimamaente un blocco di paesi, denominato il “Visegrad Four” che raggruppa 4 paesi – Polonia, Repubblica Ceka, Slovacchia ed Ungheria – che sta dimostrando quella classe di leadership che è totalmente naufragata nell’Europa…


In Europa si apre ufficialmente il fronte anti-ucraino. L’Olanda: «Non li vogliamo in Ue»

di Eugenio Cipolla «La scorsa settimana abbiamo stilato una lista di sanzioni dirette ad alcuni personaggi coinvolti nella cattura di Nadia Savchenko. Noi invitiamo Usa e Ue a fare lo stesso per dare un segnale forte». Direttamente da Washington, dove è in visita ufficiale da ieri, Petro Poroshenko ha esortato gli “alleati” a mettere nuovamente pressione su Mosca sul caso dell’ex top gun dell’esercito ucraino. Ospite del World Affairs Council…


I tedeschi vogliono un referendum per l’uscita dalla UE nello stesso stile del Brexit del Regno Unito

Una decisa presa di posizione a favore di un referendum, per richiedere ai cittadini tedeschi se vogliono rimanere  nelll’Unione Europea, è stata adottata pochi giorni addietro dalla presidente del Partito e parlamentare europeo, Beatrix von Storch, nel corso di una intervista al settimanale Sunday Express. “Voglio che tutti gli Stati membri possano decidere quello che è meglio per loro e l’unica cosa che possiamo realmente fare è quella di realizzare…


L’opposizione “democratica” russa

Da un quindicennio a questa parte, uno spettro mediatico di chiara matrice “liberal-progressista” si aggira per l’Europa, o meglio, trova ampio spazio e una sovraesposizione su quotidiani e riviste liberal e benpensanti di larga tiratura: il fantasma politico della cosiddetta «opposizione democratica» nella Russia “di Putin”. Si tratta di un composito, eterogeneo, spesso rissoso al proprio interno e, fatto indiscutibile, assolutamente minoritario in termini di consensi pubblici reali, arcipelago di…