dimissioni

No Picture

Polveropoli!

1- LA SCENEGGIATA DELLE DIMISSIONI DELLA POLVERINI: “ERANO VERE, MA SOSPESE…” «Aho’! Ma questa oggi ride…». (I fotografi hanno il vantaggio dei teleobiettivi, e poi sono dei cinici con il dono della sintesi). Renata Polverini si siede e, davvero, sembra di ottimo umore. Sfoggerà smorfie di pura allegria, di qui a poco, raggiante in uno dei suoi abitini meno sobri, niente a che vedere con la tragica rappresentazione di lunedì…


No Picture

Banca Intesa, salta il direttore generale

A novembre dell’anno scorso era entrato nel novero dei papabili per prendere la guida della banca, che poi andò a Enrico Cucchiani. Ora Marco Morelli saluta e se ne va. Il direttore generale vicario di Intesa Sanpaolo ha rassegnato le proprie dimissioni dal gruppo, in cui era responsabile della Banca dei Territori. Assai stringato il comunicato con cui Ca’ de Sass ha annunciato l’addio del manager che lascia «per perseguire…


No Picture

Abete che dici, lasciamo spazio anche ai giovani?

Dell’allenatore, in Parlamento, ricordano la fedeltà allo scopo. Migliaia di formazioni, partite organizzate nella noia, forfait a cui porre improvviso rimedio: “Mi manca un terzino, La Ganga, giochi tu?”. I colleghi a tirar l’alba sulla Finanziaria e Giancarlo Abete a far quadrare i conti del calcetto. Paolo Cirino Pomicino, prima dissacrante: “Perché mi chiede di Abete? È morto?” e poi semiserio, non ha dimenticato: “Giancarlo mi diede una grande mano…


No Picture

Bossi si dimette e i leghisti lo nominano presidente!

1 – BOSSI, CHI SBAGLIA PAGA QUALUNQUE NOME PORTI (ANSA) – “Chi sbaglia paga qualunque sia il cognome che eventualmente porti”. Lo ha detto Umberto Bossi durante il federale della Lega, secondo quanto ha riferito l’europarlamentare Matteo Salvini a Radio Padania. 2 – GALLI, BOSSI PRESIDENTE PARTITO,HA SPIRITO DA STATISTA (ANSA) – Umberto Umberto Bossi si è dimesso da segretario della Lega Nord ma da adesso è presidente. A confermarlo…


No Picture

Massimo Calearo: “Dall’inizio dell’anno alla camera ci sono andato solo 3 volte!”

La Porsche “nascosta” al fisco? No, è solo immatricolata in Slovacchia. Lo stipendio da parlamentare? Per pagare il mutuo, anche se in parlamento non ci si va più. Premere il pulsante per votare? È usurante. Parola di Massimo Calearo, deputato di Popolo e Territorio, ex Pd e Api: «Dall’inizio dell’anno alla Camera sono andato solo tre volte, anche per motivi familiari. Rimango a casa a fare l’imprenditore, invece che andare…


No Picture

FIAT:Se continua lo sciopero delle bisarche dobbiamo chiudere gli stabilimenti italiani

1 – FIAT: A RISCHIO ATTIVITÀ STABILIMENTI PER SCIOPERO BISARCHE (LaPresse) – E’ a rischio l’attività degli stabilimenti italiani di Fiat a causa dello sciopero delle bisarche. Le perdite di produzione e di vendita dovute allo sciopero, rende noto l’azienda, sono ad oggi “di circa 20mila unità che sarà molto difficile recuperare nel corso dell’anno”. “I danni causati finora avranno un impatto negativo di circa il 10 per cento sulle…



No Picture

Qualcuno salvi il soldato Bersani

Walter, dacci la linea… Lo sfregio di Palermo era ancora fresco, i conteggi delle schede non ancora ultimati, quando alcuni seguaci dell’ex segretario Pd si sono riuniti con il loro leader, la sera del 5 marzo, per decidere se sferrare l’attacco decisivo a Pier Luigi Bersani, con una richiesta di dimissioni. La rivincita di quello che era successo esattamente tre anni fa, nel 2009, quando Veltroni lasciò la guida del…


No Picture

Le primarie di palermo bruciano la “foto di Vasto”

1- LO SCHIAFFO DI PALERMO RIMETTE NEI GUAI IL PD Nuovo round primarie, nuovo cortocircuito per il Pd. A venti giorni dall’autogol di Genova, i trentamila votanti di Palermo bocciano Rita Borsellino, candidata super-favorita, e rimettono sulla graticola Bersani che per lei si era speso senza se e senza ma, in una gara avvelenata con i democratici divisi in tre pezzi. Stavolta rimettere insieme i cocci sarà ancora più complicato….


No Picture

Palermo-Bersani SOLOANDATA. In arrivo le dimissioni del Segretario PD?

1 – SEN. LUMIA (PD) A RADIO 24: “VALUTEREMO ORA SE CHIEDERE LE DIMISSIONI DI BERSANI” – “I PARTITI A ROMA NON CONOSCONO IL TERRITORIO, IL SEGRETARIO STANOTTE SARA’ CADUTO DAL LETTO” Radio 24 – “Adesso ascolteremo la base e decideremo se dobbiamo chiedere le dimissioni di Bersani oppure no”. Il senatore Beppe Lumia, sostenitore di Fabrizio Ferrandelli, vincitore delle primarie del Pd a Palermo, ospite a “24 Mattino” su…


No Picture

Vertici di Confindustria nella bufera

A Napoli lo chiamano ironicamente il pasticciaccio brutto di via Roma, ma c’è poco da ridere. Perché la vicenda rischia di travolgere i vertici di Confindustria e influire sulla lotta per la successione a Emma Marcegaglia. Una specie di caso Lusi (il parlamentare del Pd che ha sottratto un po’ di milioni ai fondi destinati a quella che fu la Margherita) in salsa confindustriale. Andiamo con ordine. A via Roma…


No Picture

Formigoni ad un passo dal baratro

Massimo Ponzoni, consigliere e sottosegretario regionale Pdl, straordinario collettore di voti per “il grande capo Formigoni” in Brianza, già assessore lombardo all’Ambiente e alla Protezione civile: arrestato dai magistrati di Monza per una valanga di tangenti urbanistiche e per due bancarotte immobiliari, con imprese svuotate per finanziare le campagne elettorali. Franco Nicoli Cristiani, ras del Pdl a Brescia, consigliere regionale e assessore all’Ecologia nelle prime giunte Formigoni: incarcerato dai giudici…


No Picture

Monti, la corruzione e le tre dimissioni (Griffi,Milone,Malinconico)

Gira e rigira si torna sempre lì, al valore dell’esempio. Certo, rispetto a due mesi fa alcune differenze sono lampanti. Prima a Palazzo Chigi sedeva un signore che giustificava l’evasione fiscale. Ora ce ne è uno che accusa chi non paga le tasse di “mettere le mani nelle tasche degli italiani”. E se il precedente inquilino (Silvio Berlusconi) era un imputato che trascorreva il suo tempo insultando i magistrati e…


No Picture

Le dimissioni sono il minimo

Silvio Berlusconi è stato sconfitto non dalla sinistra ma dai mercati internazionali, dice Fabrizio Cicchitto alla Camera durante il dibattito per la legge sulla stabilità. Ora quindi la domanda rimane aperta: chi ha armato la mano dei vincitori? In area comunista e in quella del Popolo delle Libertà l’idea è la stessa: un non ben precisato complotto internazionale guidato ieri dalla Bce e oggi dalla Goldman Sachs, che ha in…


No Picture

Nella lunga notte dell’addio di Mr.B, scene degne del Caimano di Nanni Moretti!

La Roma dei palazzi del potere ribolle nel crepuscolo del governo Berlusconi. Capannelli di folla crescente, tenuti d’occhio da un sempre più corposo schieramento di forze dell’ordine, si sono assiepati all’ingresso di Palazzo Grazioli, in piazza Colonna a due passi da Palazzo Chigi, e persino al Quirinale, dove il premier dimissionario dovrebbe recarsi proprio questa sera. Ma è dinanzi alla residenza privata del Cavaliere, dove è in corso un vertice…


No Picture

Se davvero Monti è l’ultima spiaggia non sarebbe meglio andare subito al voto?

Dunque, se manterrà la prima promessa in vita sua, B. si dimetterà sabato, dopo l’approvazione della legge di Stabilità. E domenica Monti riceverà l’incarico di formare il governo, in tempo per la riapertura delle Borse, che festeggeranno l’avvento di Super Mario Bros con balocchi, profumi e maritozzi. Del resto non sono stati gl’italiani a cacciare il Cainano (tantomeno Bersani, sebbene lui, ma solo lui, sia convinto del contrario), ma la…


No Picture

Silvio Berlusconi – Duro a Dimettersi!

E ora? E ora «il gioco lo ha ancora in mano Berlusconi, nonostante tutto, e lui punta alle elezioni anticipate»: davanti a telecamere, microfoni e taccuini, Pier Luigi Bersani canta vittoria, ma, appena si apparta con i compagni di partito, parole, toni e analisi del segretario cambiano. Soddisfatto è soddisfatto – non potrebbe essere altrimenti – però di qui a cantare vittoria e a ipotizzare altri successi ce ne manca….


No Picture

Berlusconi, ecco la sua exit strategy!

Martedì, Palazzo del Bunga, già Grazioli. Un Berlusconi, più nero di Balotelli, ha ricevuto Tremonti. Lo scazzo tra i due è durato fino alle 23. Per fortuna, che era presente Letta, che ha evitato che arrivassero alle mani. L’uscita disgraziata di Giulietto al termine dell’Ecofin alla stampa (la Spagna che paga meno interessi dell’Italia sul debito, “potrebbe dipendere dall’annuncio di elezioni anticipate”), malgrado la retromarcia-Alkaselzer del ministro (“Ho detto così…