corte dei conti

No Picture

Scoppia il ViminalGate?

C’è un passepartout al Viminale, quando si tratta di appalti. Una leva che, se azionata, fa calare il buio sulla gestione delle commesse milionarie per la costruzione e ristrutturazione di caserme, centri di addestramento, stazioni operative, alloggi di servizio. La dichiarazione di “opera segretata”. Il “corvo”, nel suo esposto, ne ha descritto gli effetti. La Corte dei Conti è stata ancor più impietosa, denunciando l’abuso sistematico e del tutto illegale…


No Picture

Inps, Inps Hurrà! Il Padre padrone dell’Inps, Antonio Mastrapasqua adotta il metodo equitalia (di cui è ovviamente vicepresidente)

Nunzia C., 78 anni, vedova di Gela, due giorni fa si è uccisa gettandosi dal quarto piano poco dopo aver appreso che la sua pensione di reversibilità era stata ridotta dall’Inps da 800 a 600 euro. A Bari, il giorno di Capodanno, un pensionato di 73 anni si è buttato anche lui dal quarto piano dopo aver ricevuto la richiesta di 5 mila euro indebitamente percepiti negli anni precedenti. Un…


No Picture

Il TAV perde i pezzi

La tratta definita Asse Prioritario 6, in cui rientra la Torino-Lione. Kiev non è stata mai inclusa. Il mitico corridoio ferroviario europeo numero 5, di cui fa parte il progetto Tav in Val di Susa, non andrà più da Kiev a Lisbona. Il Portogallo ha cancellato con un semplice tratto di penna il capolinea. In territorio portoghese la linea ferroviaria ad alta velocità non si costruisce. E non importa se…


No Picture

Portogallo, stop definitivo a progetto Tav con Spagna

Contratti firmati non rispettavano le condizioni fissate dall’esecutivo (ANSA) – LISBONA, 22 MAR – Il governo portoghese del premier Pedro Passos Coelho ha deciso di “sospendere definitivamente” il progetto di treno ad alta velocità fra Lisbona e Madrid che avrebbe dovuto essere pronto per il 2013, ha indicato il ministero dell’economia. Una prima sospensione della parte portoghese del progetto era stata decisa l’anno scorso, subito dopo la formazione del nuovo…


No Picture

Modena: indagato il segretario regionale Pd Stefano Bonaccini per abuso d’ufficio

La vicenda risale al periodo in cui era assessore al patrimonio di Modena e avrebbe a che fare con una società favorita nella gestione di un chiosco all’interno del parco intitolato a Enzo Ferrari. Adesso alla Corte dei Conti il compito di verificare il danno patrimoniale. Nel mirino della magistratura sono finiti anche altri funzionari pubblici e alcuni imprenditori Turbata libertà degli incanti e abuso d’ufficio. Sono i reati ipotizzati…