Comunione e liberazione

No Picture

Don Sciortino:”A Rimini, più Macchiavelli che Vangelo!”

«Omologazione al potere»: non è stato un giudizio ingeneroso verso la gente di Rimini? «Ho il massimo rispetto della platea del Meeting, soprattutto dei giovani che sacrificano le loro vacanze per un ideale». Don Antonio Sciortino, direttore di Famiglia Cristiana, premette: «La critica era più rivolta alla passerella dei politici e a un uso strumentale della politica». Perché così dura? «La nostra osservazione si è trasformata in un ‘‘durissimo attacco”….


No Picture

Fuga di sponsor e ospiti politici. Il Meeting di CL declina assieme a Formigoni

Comunione tanta, quella che scende è la fatturazione. Il Meeting di Rimini, la grande adunata di Comunione e Liberazione subisce l’effetto della sua tessera principale, quella di Roberto Formigoni, travolto da inchieste giudiziarie, vacanze, yacht e ville smeralde. Il 2011 la raccolta pubblicitaria fu di sette milioni e centomila euro, quest’anno gli sponsor sono scesi di un milione di euro, lontani dal budget preventivo di 8 milioni e 400 mila…


No Picture

Scandalo in Vaticano!

Erano passate da poco le cinque del mattino quando ieri Paolo Gabriele, assistente di camera del Papa, è uscito dal suo appartamentodi via della Porta Angelica, a Città del Vaticano, dove vive con la moglie e i tre figli. Come ogni mattina Gabriele sarebbe entrato nell’appartamento pontificio per svegliare Benedetto XVI. Quasi sempre per controllare che fosse sveglio: il Papa è assai mattiniero. Gabriele è fra i pochi collaboratori stretti…


No Picture

San Raffaele de “I Fondi Neri”

«Alessia, sbianchetta!». Mario Valsecchi, manager del San Raffaele, evasore pentito, pressava l’impiegata per sbianchettare i documenti prima che arrivasse la Guardia di Finanza. Ma c’era una microspia che l’ascoltava. Poi gli hanno trovato una cartellina verde nell’ufficio con l’intestazione «Riservato»: conteneva un contratto di consulenza con Pio Pompa, ex Sismi, e una lettera d’intenti tra la Fondazione Monte Tabor e il leader libico Gheddafi (forse per un ospedale in Libia)….


No Picture

Primo Maggio: il furto papale !

Il 1° maggio, universalmente giorno dedicato ai lavoratori, in Italia è stato requisito dalla gerarchia cattolica, segnatamente dal Vaticano che ha deciso di beatificare Giovanni Paolo II, il papa polacco, in questo giorno, con una volontà di prevaricazione ostentata e con l’intenzione di oscurare con una massa religiosa il 1° maggio laico, contrapponendo due celebrazioni, laica e cattolica, in modo artificiale e polemico. E’ vero che il papa polacco fu…