alfano


No Picture

Flopper, il delfino fallito

Dicono che Alfano abbia pianto alla notizia della ridiscesa in campo del suo boss. Possibile che si credesse davvero il Delfino, e non un temporaneo prestanome, che s’illudesse veramente d’essere riuscito a succedere a Berlusconi? Lo conosce così poco? Berlusconi alleva molti delfini. Per mangiarli. Da quando è in campo ha già consumato almeno una decina di delfani, stolidi quaranta-cinquantenni che per un po’ vengono ingrassati dai media, e poi…


No Picture

Berlusconi convocato dai PM di Palermo

«Che strana coincidenza: appena annuncio l’intenzione di presentarmi alle elezioni, ecco che riparte la caccia all’uomo». Berlusconi in queste ore ha l’umore sotto i tacchi. Ma ad angosciarlo non è la ventilata scissione degli ex An.Tantomeno il colpo basso di Alfano, che ha chiesto le dimissioni della Minetti mettendolo in imbarazzo. A farlo infuriare è la convocazione arrivata dalla procura di Palermo. Un avviso di comparizione recapitato nei giorni scorsi…


No Picture

Si avvicinano le elezioni, il PD forse è in ascesa e quindi… si spacca?

Con Monti e contro Monti. Con Krugman e contro Krugman. Con l’aspirina e contro l’aspirina. Con l’Europa e contro l’Europa. Con la Bce e contro la Bce. Con i tecnici e contro i tecnici. E così via. A otto mesi esatti dalla nascita del governo Monti, all’interno dei due principali schieramenti che lo scorso novembre hanno accettato la sfida dell’esecutivo dei professori da un po’ di tempo a questa parte…


No Picture

Imbavagliateli tutti!

Tutti con Napolitano, ma il Pdl ne approfitta per tentare di incassare la legge sulle intercettazioni, grande incompiuta della legislatura. Subito l’anomala maggioranza che sostiene Monti si divide, come sempre avviene sulla giustizia. Alfano definisce «indecorose e indegne» le telefonate che «sfiorano» il Quirinale, ma attacca Casini e le sue «lacrime di coccodrillo» perché non ha sostenuto a sufficienza il vecchio ddl sugli ascolti, fonte di grande contrasto – bisogna…


No Picture

Cittadini tremate il Bavaglio è tornato! Ecco chi lo vuole

“Mi fa piacere notare che sulle intercettazioni noi del Pdl non siamo più da soli”. Il capogruppo in commissione Giustizia alla Camera, Enrico Costa ha un sussulto di entusiasmo, quando sente il capo dello Stato dire che c’è la necessità di una “larga” intesa politica sulla legge sugli ascolti. Un sussulto di sollievo rispetto a una riforma che gli sembra “indifferibile” e sulla quale l’accordo non c’è e che fino…


No Picture

La moglie di Bruno Vespa siederà sulla poltrona della Privacy

«Cosa pensa mio marito? “Speriamo che ora farai una vita più tranquilla”. Questo ha detto della mia elezione alla Privacy….». Il giudice Augusta Iannini, sposata con il giornalista Bruno Vespa, ci scherza su e teorizza che «le mogli devono tornare a casa prima dei mariti perché, altrimenti, quelli, alla lunga, si innervosiscono…». E per anni lei – «la signora delle inchieste», «la zarina» e via almanaccando – ha tirato tardi…



No Picture

L’Italia del baratto in cui si celebrano i gadget preistorici

Gli attuali partiti che sostengono obtorto collo il governo Monti, un esecutivo di banchieri nominato dal servitore del capitalismo neoliberista globalizzato Giorgio Napolitano e imposto a totale sudditanza dalla BCE, hanno ben chiaro il concetto per il quale il consenso dell’elettorato (a livello locale e nazionale) avuto loro in passato oramai è irrimediabilmente giunto al capolinea. I dati delle ultime elezioni amministrative non lasciano scampo e, oltrechè decretarne la totale…


No Picture

Grillo contro Maciste

Le accaldate dichiarazioni dei politici su Beppe Grillo sono uno spettacolo impagabile, da scompisciarsi. Tutti contro uno, come contro la Lega delle origini. Sono talmente terrorizzati da non notare la ridicolaggine di un’intera classe politica, seduta su 2,5 miliardi di soldi pubblici camuffati da rimborsi, padrona del governo e del Parlamento nonché di tutti gli enti locali, ben protetta da Rai, Mediaset e giornaloni, infiltrata in banche, assicurazioni, aziende pubbliche…



No Picture

Casini pronto all’inciucione

1 – CASINI, NON SONO STUFO DI UDC MA CASACCHE POLITICHE SUPERATE (ANSA) – “Non mi sono stufato dell’Udc ma le attuali casacche politiche sono ormai superate”. Lo dice il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, partecipando ad un dibattito con Enrico Cisnetto e Giuliano Ferrara. Secondo Casini nel 2012 non serve più un partito di cattolici che è “superato” così come non servono più partiti leaderistici su cui, riflette, “abbiamo…



No Picture

Lavoratori e Pensionati fate sacrifici, è per il bene del Paese, ce lo chiede l’Europa! Ma è davvero così?

Non so perché ma da qualche tempo con la scusa che occorre fare in fretta, che non c’è più tempo, che dobbiamo fare sacrifici per il bene del Paese, che siamo sul baratro, che dobbiamo stare attenti perché l’Europa ci osserva come un cecchino pronto a far risalire lo Spread, … l’uomo del Monti invece di attuare politiche volte a rilanciare il nostro Stato, progettare un orizzonte di reale crescita…


No Picture

Qualcuno salvi il soldato Bersani

Walter, dacci la linea… Lo sfregio di Palermo era ancora fresco, i conteggi delle schede non ancora ultimati, quando alcuni seguaci dell’ex segretario Pd si sono riuniti con il loro leader, la sera del 5 marzo, per decidere se sferrare l’attacco decisivo a Pier Luigi Bersani, con una richiesta di dimissioni. La rivincita di quello che era successo esattamente tre anni fa, nel 2009, quando Veltroni lasciò la guida del…


No Picture

Le primarie di palermo bruciano la “foto di Vasto”

1- LO SCHIAFFO DI PALERMO RIMETTE NEI GUAI IL PD Nuovo round primarie, nuovo cortocircuito per il Pd. A venti giorni dall’autogol di Genova, i trentamila votanti di Palermo bocciano Rita Borsellino, candidata super-favorita, e rimettono sulla graticola Bersani che per lei si era speso senza se e senza ma, in una gara avvelenata con i democratici divisi in tre pezzi. Stavolta rimettere insieme i cocci sarà ancora più complicato….



No Picture

Sotterrato di fatto il PDL, ora Mr. B ha solo due chiodi fissi: La RAI e le Grane Giudiziarie

La trattativa con Monti fin qui era stata delegata ad Alfano. Come se Berlusconi più di tanto non volesse immischiarsi nella cucina governativa. Del resto Angelino è o non è il segretario del partito? Nessuno meglio di lui può rappresentare Pdl e Berlusconi negli incontri di maggioranza. Ieri, tuttavia, alla colazione col premier ha voluto esserci pure Silvio, anzi a Palazzo Chigi si sono recati in tre: il Cavaliere, Gianni…