Dilma Rousseff: “Mai avrei pensato che sarebbe stato necessario lottare ancora contro un golpe nel mio paese”

“Mai avrei pensato che sarebbe stato necessario lottare ancora contro un golpe nel mio paese. La nostra democrazia non merita questo [….]  E’ un impeachment fraudolento, un vero golpe. In gioco ci sono il rispetto della volontà sovrana dei 54 milioni di elettori che mi hanno votata e il rispetto della democrazia”. Sono queste le parole che Dilma Rousseff  ha pronunciato dal palazzo presidenziale di Planalto dopo il voto del Senato brasiliano sull’impeacment.

Il presidente brasiliano Dilma Rousseff si è poi rivolta al popolo brasiliano e ha detto che che in gioco in Brasile non è solo il suo mandato, ma il rispetto delle urne, la volontà sovrana di 54 milioni di persone e la Costituzione. Anche i guadagni degli ultimi 13 anni, i benefici per i poveri e la classe media delle persone, la valorizzazione del salario minimo, la sanità a disposizione della popolazione e una casa per i meno abbienti. “Questo golpe è una minaccia non solo per la democrazia, ma per i guadagni di popolazione raggiunti negli ultimi decenni”, ha detto.
Il rischio più grande per il paese è di essere guidato da un governo che non è stato eletto con voto diretto. “Un governo che nasce da un colpo di stato, un impeachment fraudolento”. Dilma ha ribadito come “l’impeachment è una farsa legale contro una persona onesta e che la giovane democrazia del Paese non si merita ciò che sta accadendo”.
A questo proposito, Dilma ha poi ricordato che non ha commesso alcun reato di responsabilità, non ha conti all’estero, non ha ricevuto tangenti. “Questo attacco è perché non hanno mai accettato tangenti”.
Egli ha anche ricordato che da quando è stato eletto il cane sciolto opposizione ha cercato di annullare le elezioni, poi ha continuato a complottare apertamente per mettere sotto accusa E far precipitare il paese in una fase di instabilità politica per il solo scopo di prendere con la forza ciò che non potevano ottenere alle urne.
“Ho fiducia che la gente saprà dire di no al colpo di stato. La nostra gente è saggia e ha esperienza storica”, ha detto. Ha chiamato i brasiliani a rimanere unita e in pace perché la lotta contro il colpo di stato è lunga, può essere superata e “supereremo”.
“Questa vittoria dipende da noi, mostreremo al mondo che ci sono milioni di difensori della democrazia”, ​​ha detto. “Sono orgogliosa di essere una paladina della democrazia. Il mio governo non ha mai bloccato manifestazioni contro il mio governo”, ha proseguito. “Ho lottato tutta la mia vita e continuerò a lottare per finire il mio mandato nel 2018”.

SUL GOLPE IN BRASILE:

Leggi: Il golpe in Brasile contro Dilma in 5 punti

Leggi: Golpe alla democrazia brasiliana: Senato approva il giudizio politico contro Dilma

 

Via

Be the first to comment on "Dilma Rousseff: “Mai avrei pensato che sarebbe stato necessario lottare ancora contro un golpe nel mio paese”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?

Protected by WP Anti Spam