FINANCIAL TIMES: ”RENZI RISCHIA DI PERDERE ELEZIONI E REFERENDUM COSTITUZIONALE PER COLPA DEI MIGRANTI ILLEGALI”


L’accusa al presidente del Consiglio italiano è diretta e circostanziata e arriva del più quotato quotidiano economico britannico, il Financial Times: “L’afflusso di migranti attraverso il Canale di Sicilia rischia di mettere alla prova la politica del premier Matteo Renzi sui migranti”.

E’ quanto sottolinea un editoriale in prima pagina del Financial Times di oggi, che fa notare come

“il flusso di barconi con a bordo immigrati illegali diretti in Italia ha avuto inizio prima del previsto quest’anno, dovuto alle favorevoli condizioni meteo, e sembra piu’ drammatico del passato, fatto questo che pone un rischio per Renzi”.

“Nei primi tre mesi dell’anno, quasi 15mila persone dal Nord Africa sono riuscite ad arrivare sulle coste italiane – sottolinea il Financial Times -, il che rappresenta un aumento del 43% rispetto allo stesso periodo del 2015 e del 38% rispetto al 2014. Se la percentuale si mantiene tale o se aumenta, molti italiani lo vedranno come un segnale che la politica europea sull’immigrazione ha fatto poco per affrontare le esigenze di Roma, anche se riuscira’ a limitare il numero dei migranti che viaggiano per la Grecia”, scrive il quotidiano britannico.

Secondo il Financial Times, “tale situazione potrebbe incoraggiare i partiti anti-immigrati, come la Lega Nord, a danneggiare la posizione politica di Renzi in vista delle elezioni comunali a giugno e un referendum cruciale sulle riforme costituzionali in autunno”.

Nella peggiore delle ipotesi – prosegue il quotidiano – la chiusura della rotta balcanica, come parte dell’accordo tra Turchia e Ue, fara’ dirottare i migranti in Italia“.

Il quotidiano quindi sottolinea che “Renzi e i suoi alleati si troveranno ad affrontare un anno difficile sul fronte dell’immigrazione. La maggior parte dei migranti illegali arrivati di recente in Italia provengono dalla regione sub-sahariana e non hanno automaticamente diritto alla protezione internazionale. Questo significa che non possono qualificarsi per il programma europeo di ricollocamenti che riguarda solo i siriani e gli eritrei fuggiti dalla guerra”.

Il Financial Times mette in luce senza ipocrisie, quindi, l’assoluto fallimento delle politiche dell’immigrazione del governo Renzi.

“A molti di costoro, la quasi totalità, – prosegue l’editoriale – sara’ probabilmente respinta la richiesta di asilo e saranno bloccati in un limbo in Italia per molti mesi, che possono facilmente diventare anni, fino a quando non sara’ presa una decisione finale”. Decisione che potrebbe anche non arrivare mai, dalla Ue.

“Renzi sostiene che quando si chiede aiuto all’Europa – conclude il Ft – per affrontare la crisi dell’immigrazione e’ per principio, non per necessita’ pratica o opportunita’ politica. Ma sembra che questa tesi sara’ messa a dura prova nei prossimi mesi”. Perchè il costo del mantenimento di decine di migliaia di nuovi immigrati illegali ricadrà completamente sullo stato italiano, mentre la loro collocazione sul territorio nazionale aumenterà molto le tensioni sociali già alte, che vedono crescere ogni giorno di più il rigetto e il rifiuto dell’obbligo di “accoglienza” preteso dal governo Renzi e imposto con la forza a Regioni e Comuni.

Ultimo caso, quello delle strutture dell’Expo a Milano, occupate d’imperio dal prefetto con 500 immigrati illegali, per poi essere in tutta fretta sgomberato di fronte alle molteplici proteste delle istituzioni e dei cittadini lombardi e milanesi.

Via

Be the first to comment on "FINANCIAL TIMES: ”RENZI RISCHIA DI PERDERE ELEZIONI E REFERENDUM COSTITUZIONALE PER COLPA DEI MIGRANTI ILLEGALI”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?

Protected by WP Anti Spam