Referendum Bologna 26 Maggio – Vota A! La Scuola DEVE essere Pubblica!

Bologna –  Di seguito il Comunicato che abbiamo lanciato. Firmato dai nostri concittadini in Parlamento Michela Montevecchi, Elisa Bulgarelli, Adele Gambaro, Maria Mussini, Paolo Bernini, Matteo Dall’Osso, Mara Mucci e Giulia Sarti, dal Portavoce Regionale Andrea Defranceschi e dai Portavoce in Comune Massimo Bugani e Marco Piazza
Ci vediamo il 20/5/2013 al Circolo Mazzini!!

VOTO A PERCHE’ LA SCUOLA PUBBLICA E’ LA STORIA DI BOLOGNA

Bologna fu tra le prime città in Italia ad istituire asili Comunali al servizio dei suoi cittadini cosa che ha contribuito a tenerla per anni in cima alla classifica delle città italiane per qualità della vita. Proprio per essere stata tra i primi ad aprire la strada, tracciare un modello e sancire un diritto, oggi Bologna ha una della maggiori offerte di asili Comunali in Italia: oltre il 60% dei bambini frequenta una scuola d’Infanzia Comunale. Lo Stato a Bologna copre meno del 20% (il resto sono scuole paritarie private).

VOTO A PERCHE’ LE SCELTE DELLA GIUNTA MEROLA SONO UNA SCIAGURA

La Giunta Merola ha annunciato la ferma decisione di trasferire tutti i servizi educativi 0-6 e i servizi sociali all’ASP, l’Azienda Servizi alla Persona detenuta al 98% dal Comune di Bologna.
La motivazione?
I servizi educativi e sociali non sono assoggettati al patto di stabilità e ai vincoli sul personale (assunzioni, tetto di spesa…) se svolti da un’Azienda Speciale o dall’ASP (Legge 27/2012 e parere Corte dei Conti n.490/2012). Avendo molte più scuole di tante altre città, il Comune di Bologna sarebbe molto alleggerito…

Una motivazione inaccettabile. Quello che va cambiato sono le normative, non una scuola pubblica che funziona!
Il governo Letta ha aperto a questa possibilità e il Movimento 5 Stelle sta lavorando perché questo avvenga in tempi rapidi. La giunta che governa Bologna è dello stesso PD che partecipa al governo. Si attivino dunque in questo senso e uniscano le loro forze alle nostre.
Se il governo vuole permettere una deroga al patto di stabilità e ai limiti sul personale, lo deve fare senza inutili e immani trasferimenti di personale! A che cosa serve far spostare centinaia di persone dal Comune alle ASP e poi far pagare al Comune stesso annualmente il servizio all’ASP? Il Movimento 5 stelle chiede al Governo che il personale educativo e socio-assistenziale venga escluso dal patto di stabilità e dai vincoli sul personale anche se alle dipendenze del Comune.

I parlamentari del M5S sono già in moto per eliminare questa assurdità. Vogliamo uno Stato che funzioni non il “gioco delle tre carte” con pubblico denaro. Questa e’ la direzione in cui tutte le forze politiche dovrebbero concentrare le loro forze.
VOTO A PERCHE’ I COMUNI CHE INVESTONO NELLA SCUOLA PUBBLICA FANNO RISPARMIARE

Se il Comune di Bologna chiudesse le sue scuole dell’infanzia, toccherebbe allo Stato garantire il diritto allo studio dai 3 anni in poi… oggi lo Stato a Bologna se la cava gestendo solo il 17% dei bambini. Includere le spese per i servizi educativi nel patto di stabilità è aberrante! Penalizza i Comuni che offrono più servizi che al contempo fanno risparmiare lo Stato.

Il M5S farà di tutto per eliminare quest’aberrazione!

BOLOGNA E LA SUA SCUOLA DEVONO RESTARE IN SERIE A !

Michela Montevecchi,
Elisa Bulgarelli,
Adele Gambaro
Maria Mussini,
Paolo Bernini,
Matteo Dall’Osso,
Mara Mucci
Giulia Sarti,
Andrea Defranceschi
Massimo Bugani
Marco Piazza

 

Fonte

Be the first to comment on "Referendum Bologna 26 Maggio – Vota A! La Scuola DEVE essere Pubblica!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?

Protected by WP Anti Spam