#M5S Senato: dalla parte delle PMI

Il Parlamento dice sì alla risoluzione unitaria sui pagamenti dei debiti delle pubbliche amministrazioni (40 miliardi di euro) a favore delle piccole e medie imprese, sposando gran parte delle tesi del MoVimento 5 Stelle

“Come MoVimento 5 Stelle, per coerenza con la nostra linea politica di votare le idee ed i provvedimenti abbiamo ritenuto opportuno ritirare la nostra risoluzione per convenire a una soluzione condivisa. Noi crediamo che i debiti vadano pagati tutti, ma siamo anche consapevoli della situazione disastrosa dei conti pubblici, conseguenza di decenni di mal governo.

Le risorse a disposizione sono scarsissime. In commissione abbiamo indicato queste priorità: prima alle aziende, al lavoro, all’economia reale e poi alle banche e alla finanza. Prima alle piccole e medie imprese e poi alle altre più grandi. Prima alle piccole opere piuttosto che a quelle grandi.

Il secondo punto del nostro programma è: “Occorrono misure immediate per il rilancio delle PMI“. Abbiamo posto le piccole aziende e il loro rilancio in cima alla lista delle nostre priorità. Da esse dipende la ripresa del mercato del lavoro ed oggi in Italia c’è fame e sete di lavoro più di ogni altra cosa. Questo deve essere solo il primo di una serie di provvedimenti necessari ed urgenti a favore delle PMI.

Ci riserviamo di presentare eventuali successivi emendamenti all’atto definitivo del governo qualora ce ne fosse la necessità.”

Enrico Cappelletti, cittadino portavoce M5S al Senato

 

 

 

Be the first to comment on "#M5S Senato: dalla parte delle PMI"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?

Protected by WP Anti Spam