Il Portogallo scende in piazza contro la Troika

Centinaia di migliaia di manifestanti sono scesi in piazza sabato 2 marzo per protestare contro le misure imposte da BCE, Fondo Monetario e Unione Europea che dopo la riduzioni di salari e pensioni imposti nel 2012 stanno concordando con il governo di Pedro Passos Coehlo un aumento delle tasse e ulteriori tagli per 4 bilioni di euro per i prossimi due anni.

Mentre nelle stanze del governo era in corso la missione della Troika, le piazze del Portogallo si riempivano di insegnanti, lavoratori, studenti, dipendenti pubblici… che stanno subendo la peggiore recessione dal 1970.

La manifestazione é stata organizzata da un gruppo di attivisti indipendenti dal nome suggestivo “Si fotta la troika” che dal 2012 utilizza la rete come piattaforma politica. Molti i messaggi e gli slogan scanditi dai manifestanti e diretti al primo ministro del governo di centrodestra Coehlo: “l’austerità uccide”, “potere alla gente”, “oggi ci sono io per strada, domani ci sarai tu” oltre alla richiesta di nuove elezioni. Qualcuno ha raccontato che lungo i cortei risuonavano le parole di “Grandola Vila Morena”, la canzone che diede il segnale di inizio, alla mezzanotte della 25 aprile del 1974, alla Rivoluzione dei Garofani. Intervistato dalla televisione Armenio Carlos, il leader della più grande confederazione dei lavoratori portoghesi, ha ribadito la sua assoluta contrarietà alle misure di austerità imposte dall’Europa e ha sottolineato la necessità per il Paese di potere rinegoziare il suo debito.

Ad oggi non ci sono numeri precisi sul numero di manifestanti, anche se gli organizzatori parlano di oltre un milione di persone scese in piazza in tutto il Portogallo, quello che lascia stupiti è che in Italia i media non hanno ritenuto la notizia degna di interesse. È stata battuta un’ansa di quattro righe ieri (sabato n.d.r) alle 14,00 poi è calato il silenzio.

 

di Ludovica Schiaroli

Be the first to comment on "Il Portogallo scende in piazza contro la Troika"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?

Protected by WP Anti Spam