I consumi petroliferi italiani scendono sempre più, e si veleggia verso il fuori scala

Continua, come nei mesi scorsi, l’inesorabile discesa dei consumi petroliferi sul mercato italiano. Secondo l’Unione Petrolifera, nel Gennaio 2013 sono calati del 10,4% rispetto allo stesso mese del 2012. La benzina è regredita del 13,7% e il gasolio del 5,3%.

Le immatricolazioni automobilistiche? Sembrano decise più che mai a voler toccare il fondo: un sonoro meno 17,6% (toh, pari alla benzina). In Italia non si comprano più automobili, come se i cittadini si fossero improvvisamente e loro malgrado resi conto di una verità che andiamo dicendo da tempo: la macchina vecchia continua a funzionare egregiamente, e non c’è alcun bisogno di continuare col delirante andazzo usa-e-getta cambiando auto ogni due o tre anni. Per qualcuno questo è indice di disperazione e miseria nera, per noi talebani di un più sano approccio al consumo: in fin dei conti appena venti o trent’anni fa l’auto durava dieci anni, e ciò non era considerato un’umiliazione da lavare col sangue né segno di un Paese del terzo mondo.

Comunque, per un altro di quei bei riassunti stile “vi faccio il disegnino” che a me piacciono tanto, vi invito a visitare il blog “Mondo Elettrico” dove l’ing.Massimo De Carlo, il gestore, ha pubblicato dei grafici davvero sconvolgenti. Uno di questi è quello in apertura, che mostra l’andamento dei consumi di carburanti benzina+gasolio dal 2007 ad oggi. Avete visto il puntino rosso in basso (molto in basso) a sinistra? Ebbene, non è un errore dell’immagine: quel puntino rappresenta i consumi del mese di gennaio appena trascorso. Il 2013 apre sull’orlo di un precipizio, già annunciato dai consumi del 2012 (in viola) molto al di sotto degli anni precedenti.

Il puntino rosso occhieggia inquietante in basso anche negli altri grafici, carburanti e consumi petroliferi. Massimo dovrà presto cambiare il formato dei suoi grafici, prima che la linea finisca fuori scala?

Grafico – Mondo Elettrico

 

 

Debora Billi

Be the first to comment on "I consumi petroliferi italiani scendono sempre più, e si veleggia verso il fuori scala"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?

Protected by WP Anti Spam