In Italia stipendi tra i più bassi d’Europa. Guadagniamo la metà dei tedeschi

In Italia, nel 2009, lo stipendio medio annuo è stato di 23.406 euro. Un dato presente in un rapporto Eurostat, ‘Labour market statistics’, che relega il nostro Paese tra gli ultimi Paese nella graduatoria dei redditi europei. In Lussemburgo o in Olanda le cifre sono molto diverse, rispettivamente di 48.914 e 44.412 euro. Anche la Germania è ben oltre il dato italiano, con 41.000 euro. Niente poi a che vedere con la Danimarca e la Norvegia, le cui medie aggiornata a tre anni fa toccano quota 56.044 e 51.343 euro.

Il dato è riferito a un lavoratore di un’azienda di almeno dieci dipendenti che opera nel ramo dell’industria, delle costruzioni, dei servizi e del commercio. Nella tabella presente a metà rapporto Eurostat, l’Italia viene superata di poco dalla Spagna (26.316 euro) e da Cipro (24.775 euro).

Nel 2009 la Grecia ci superava con 29.160 euro. Oggi, nel paese investito dalla crisi economica che l’ha portato sull’orlo del default e ha impegnato l’Europa in un piano di salvataggio, colpisce il dato di uno stipendio minimo: appena 922 euro, 11.064 annui.

 

Tratto da adnkronos.com

Be the first to comment on "In Italia stipendi tra i più bassi d’Europa. Guadagniamo la metà dei tedeschi"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?

Protected by WP Anti Spam