Camorra, arrestato il sindaco di Casapesenna che ubbidiva a Zagaria

E’ stato arrestato Fortunato Zagaria, ingegnere 57enne, sindaco dal 2009 della località di Casapesenna. Secondo l’accusa il sindaco agiva per conto del boss della camorra Michele Zagaria, arrestato lo scorso 7 dicembre. Fortunato Zagaria, che non è imparentato con il boss, avrebbe minacciato il precedente sindaco, Giovanni Zara, costringendolo a dimettersi per prendere il suo posto. Inoltre Fortunato Zagaria avrebbe detto a Zara di non prendere iniziative pubbliche contro la camorra, perché non gradite al boss Zagaria.

Fortunato Zagaria, sindaco di centrodestra, è stato eletto nel 2009, dopo essere stato vicesindaco proprio durante l’amministrazione Zara. L’arresto del primo cittadino è avvenuto con l’accusa di violenza privata, all’interno della sua abitazione. Il consiglio comunale di Zara era stato sciolto dieci giorni dopo la firma del sindaco per l’avvio di un progetto all’interno di un bene confiscato alla camorra, quando 11 consiglieri avevano deciso di dimettersi.

L’indagine che ha portato all’arresto del sindaco di Casapesenna e che vede coinvolti anche alcuni consiglieri ed assessori del comune è stata condotta dal capo della Dda di Napoli Federico Cafiero de Raho. Il consiglio comunale adesso verrà sciolto.

Tratto da fattidicronaca.it

Be the first to comment on "Camorra, arrestato il sindaco di Casapesenna che ubbidiva a Zagaria"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?

Protected by WP Anti Spam