Incredibile telefonata del Comandante del Concordia alla Capitaneria di porto di Livorno

Ascoltatelo tutto!

Comandante Concordia alla Capitaneria di porto di Livorno.

http://youtu.be/ma80H1UaAkY

 

All’1.46 la terza telefonata, quella più concitata. In un crescendo di toni. “Parlo con il comandante”, dice l’ufficiale della Capitaneria”. Dopo qualche secondo di pausa. “Sì, sono il comandante. Si sono Schettino”.
“Allora, lei adesso torna a bordo, risale la bigaccina (scaletta ndr) e torna a prua e coordina i lavori”. Lui sta in silenzio. L’ufficiale insiste. “Lei mi deve dire quante persone ci sono, quanti passeggeri, donne e bambini e lì coordina i soccorsi”.
Lui: “Sono a bordo…. ma sono qui”. “Comandante questo è un ordine, adesso comando io, lei ha dichiarato l’abbandono della nave e va a coordinare i soccorsi a prua. Ci sono già dei cadaveri”, dice l’ufficiale da Livorno.
Schettino alla parola cadaveri chiede: “Quanti”. Dall’altro capo: “Dovrebbe dirmelo lei. Cosa vuole fare, vuole andare a casa. Lei ora torna sopra e mi dice cosa si può fare, quante persone ci sono, e di cosa hanno bisogno”. “Va bene, sto andando”.
Ma a quel punto il comandante raggiunge il molo del Giglio e sale su un taxi.

Assurdo.

Be the first to comment on "Incredibile telefonata del Comandante del Concordia alla Capitaneria di porto di Livorno"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?

Protected by WP Anti Spam