Torna l’Ici? Ecco le nuove tabelle

L’anomalia dell’esenzione verrà sanata dal governo Monti. Ma sarà una maxi-imposta comunale

 

Una tabella pubblicata su Repubblica di oggi all’interno di un articolo a firma di Roberto Petrini spiega come sarà la nuova imposta sugli immobili, a metà tra Ici e Imu e utilizzata anche per “scalare” l’Irpef. Scrive Petrini:

Si annuncia dunque una megariforma del fisco sulla casa (dunque non una patrimoniale una tantum) ma si innesterà sulla riforma del fisco federale, che introduce l’Imu, la nuova imposta municipale sugli immobili che sarà estesa alla prima casa con un gettito di 3,5 miliardi. Tra le munizioni a disposizione anche la nuova Res, cioè la nuova tassa comunale su Rifiuti e servizi (introdotta in extremis il 24 ottobre) che peserà per il 2 per mille su tutti i residenti (proprietari e affittuari) e avrà come base imponibile la rendita catastale. Il gettito, secondo i calcoli della Uil-servizi territoriali, potrebbe essere di 2,6 miliardi. Non è escluso che, a coronamento dell’operazione, si ritocchi anche la base imponibile sulla quale si pagano le tasse sulla casa, ovvero la rendita catastale: oggi si rivaluta del 5%, potrebbe arrivare al 10-20%. Il gettito potrebbe essere dai 3 ai 6 miliardi. L’intero pacchetto-casa è stato già oggetto di un calcolo della Cgia di Mestre, guidata da Giuseppe Bortolussi, che valuta per una abitazione media nei grandi centri un costo dai 600 ai 1.100 euro a famiglia.

Ed ecco la tabella:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dario Ferri

Be the first to comment on "Torna l’Ici? Ecco le nuove tabelle"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?

Protected by WP Anti Spam