Parlamentare del Pdl condannato in appello per riciclaggio!

Nella giornata di ieri si un parlamentare del Pdl è stato condannato in appello per riciclaggio. I magistrati pugliesi hanno chiesto l’arresto di un deputato del Pd per uno scandalo che coinvolge la sanità. Due giorni fa la Corte dei Conti avevano denunciato la intollerabile situazione nella quale si trova l’Italia. “La corruzione e la frode, soprattutto nel settore dei contributi nazionali e dell’Ue, sono patologie che continuano ad affliggere la Pubblica amministrazione ed i cui dati non consentono ottimismi”.

Il trasformismo parlamentare prosegue senza soste, con quotidiane denunce di somme di denaro promesse, rielezioni assicurate e altri favori assortiti. La divaricazione tra Paese reale e le sue istituzioni si allarga sempre di più. Dall’altro lato del mare però giungono notizie che dovrebbero inquietare la classe dirigente nazionale. Le popolazioni arabe si sono ribellate non solo a delle generiche dittature, ma si sono scagliate contro  sistemi cleptocratici il cui unico fine era la diversione dei fondi pubblici per i propri conti personali in Svizzera, o in altri paradisi fiscali. Quando i prezzi dei beni alimentari sono esplosi, la popolazione non ha più accettato che poche migliaia di persone mangiassero al posto loro. Una concausa decisiva delle proteste, che necessita una risposta per il futuro di quelle terre ma anche per il futuro della nostra democrazia.

La corruzione è un male endemico dell’Italia, un virus patogeno che inquina da sempre il nostro corpo sociale. Nella nostra storia recente un regime politico è crollato per l’indignazione popolare per l’eccessiva corruzione, e un simile esito non sembra così lontano. L’urgenza di nuove riforme per arginare questo fenomeno è impellente, e se i legislatori non lo faranno, non è per nulla escluso che saranno proprio i cittadini a ribellarsi. Come dall’altra parte del mare, e come è già successo solo 20 anni fa in Italia.

Andrea Mollica

Be the first to comment on "Parlamentare del Pdl condannato in appello per riciclaggio!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?

Protected by WP Anti Spam