L’Italia s’è desta!

W le Donne!

Chi  Domenica 13 Febbraio è riuscito a fare una passeggiata per le colorate e frizzanti piazze d’Italia avrà avuto l’impressione non di essere ad una manifestazione, ma di trovarsi ad un’importante evento culturale. Si perché sono molto spesso le Donne a trascinare a Teatro o ad una preziosa presentazione di libri i propri partner. Non è infatti difficile constatare che spesso la platea è composta per l’85% di Donne!

A dispetto di chi vuol farci prendere per buona l’infima falsità che siano diventate solo tranci di carne senzienti da “comprare” e “utilizzare” a proprio piacere!.

Queste piazze rosa hanno voluto lanciare un primo delicato e determinato segnale a chi continua a ripetere la clamorosa bugia di avere il 51 per cento dei consensi. A chi dopo 20 anni di manifesta incompetenza nell’affrontare, risolvere e rilanciare il nostro paese continua invece ad impoverirlo, offenderlo e condurlo in un baratro sia economico che morale.

30 anni di “BungaTivvù” ci hanno fatto credere che l’Italia è il paese “dei furbi”, che devi “gonfiarti” di silicone, che se rubi e non paghi le tasse sei meglio degli altri, che fare volontariato sia da nerd, che devi fregare il prossimo, che la fila la fanno solo i coglioni, che vendere il proprio corpo sia normale, che le cose si ottengono senza fare fatica!.

Ed invece ieri la vera “spina dorsale” del nostro Paese si è autoconvocata, senza bandiere di fatiscenti  organizzazioni partitiche, per azzerare il “bungapensiero”, farci ricordare e riappropriare dei nostri riferimenti e valori.

Le nostre mamme, zie, nonne ed i nostri padri non hanno mai creduto nei soldi facili o nelle scorciatoie!.

Si sono sempre spezzati la schiena perché è sempre stato chiaro che solo col sudore della fronte puoi costruire qualcosa di solido e genuino.

Ci hanno ricordato ancora una volta chi sono i veri Eroi d’Italia. Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Paolo Borsellino, Giorgio Ambrosoli, Libero Grassi, Peppino Impastato.  Italiani che hanno dato la Vita per difendere il nostro Paese.

Sia chiaro a me di quello che fa Berlusconi nelle sue dimore non mi frega niente. Che le donne vadano con lui per il suo carisma o perché le paga poco mi cambia.

Mi frega poco anche che metta in lista nel suo partito gente che non ha nessun tipo di competenza se non di “BungaParty”.

E vi stupirò, che queste “BungaGirls” vengano elette o meno m’interessa ma fino ad un certo punto…

Quello che mi fa paura è che se una buona parte degli eletti, quindi funzionari pubblici, quindi figure pensate dai nostri padri costituenti per far funzionare la “macchina pubblica” siano “personaggi” assolutamente impreparati ed anche incompetenti, a parte il costo dello stipendio, il vero terrore nasce dai danni che questi stanno facendo!.

Mettereste a dirigere un’area della vostra azienda gente così ?


Rocco Cipriano

Attivista MoVimento 5 Stelle – Modena e Provincia

Be the first to comment on "L’Italia s’è desta!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?

Protected by WP Anti Spam