Lega ladrona e condoni tombali: altri 30 milioni per le quote latte e un regalino agli abusivi

Gli emendamenti al decreto Milleproroghe al vaglio del Parlamento: doni e presenti agli amici degli amici

Si riapre la ‘partita’ dei condoni e delle sanatorie con gli emendamenti al ‘milleproroghe’ all’esame delle Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio di Palazzo Madama. Dalla riapertura dei termini per il condono edilizio e lo stop delle demolizioni in Campania, fino alla proroga di 6 mesi per il pagamento delle multe per le quote latte.

CONDONI EDILIZI – Ma non e’ detto che le misure di sanatoria passino. Infatti martedi’ prossimo e’ atteso un primo vaglio: le ammissibilita’. Cioe’ la presidenza dovra’ stabilire quali proposte potranno essere ammesse all’esame soprattutto rispetto alla loro compatibilita’ con la materia in esame (proroghe appunto). Poi ci sara’ una seconda scrematura: passeranno solo le proposte con copertura certa. E infine una terza: i singoli gruppi dovrebbero infatti indicare solo pochi argomenti qualificanti sui quali intervenire. E quindi un ulteriore sforbiciata alle proposte rimaste ‘superstiti’ dai primi due passaggi. Cosi’ da circa 1.600 emendamenti si dovrebbe scendere addirittura a poche decine. La maggioranza pero’ inizia a manifestare i primi mal di pancia. L’attenzione  viene catalizzata soprattutto dalla richiesta di riaprire i termini per il condono edilizio. Proposta avanzata da Carlo Sarro e una ventina di esponenti del Pdl. Il Pd stigmatizza l’iniziativa gridando ‘vergogna’ e Roberto Della Seta e Francesco Ferrante parlano del ‘solito emendamento dei senatori campani che vuole rinviare le demolizioni di immobili abusivi disposte dalla magistratura e riaprire il condono in Campania’ insieme ad ‘un altro emendamento che riapre il condono del 2003 in tutta Italia’.

QUOTE LATTE – Vizzini sull’argomento si mostra perplesso e taglia corto: ‘presentare un emendamento sul condono non e’ una vergogna, casomai approvarlo…’. Legambiente stigmatizza l’ennesimo tentativo. Sarro si difende: ‘sul condono c’e’ una mistificazione del Pd’. E spiega di averlo chiesto solo per la Campania. Replica il Pd ‘non e’ vero e’ un condono generalizzato’. Tornano d’attualita’ anche le multe sulle quote latte: la Lega chiede infatti 6 mesi in piu’ per pagarle (costo 30 milioni). La Cia (confederazione italiana agricoltori) protesta: basta con le ‘furbate’. Il relatore per la commissione Bilancio, Gilberto Pichetto Fratin (Pdl), annuncia di avere allo studio, insieme al ministero dell’Economia, un emendamento sul patto di stabilita’ interno. Il leader della Uil, Luigi Angeletti, annuncia che e’ in corso un confronto sulla possibilita’ di mettere a punto una proroga al termine per presentare ricorso contro contratti a termine scaduti entro il 24 novembre e considerati irregolari. Tutti chiedono di ripristinare i fondi per l’editoria.

(ANSA)

Be the first to comment on "Lega ladrona e condoni tombali: altri 30 milioni per le quote latte e un regalino agli abusivi"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?

Protected by WP Anti Spam