Operazione Fiducia e Trasparenza. Relazione semestrale consiglieri regionali


In questi giorni è in corso il tour dei due Consiglieri Regionali del Movimento 5 Stelle, Giovanni Favia e Andrea Defranceschi, che toccherà le nove province emiliano-romagnole con lo scopo di rimescolare le carte in tavola, rendendo partecipi i cittadini dell’attività svolta nei loro primi sei mesi dall’insediamento in Regione, dei progetti portati a termine, con relativa esposizione dei risultati ottenuti, dei progetti in corso d’opera e delle proposte future, e affidando ai loro elettori la decisione riguardo l’eventuale riconferma del mandato.

A Modena l’evento si è svolto nella serata di giovedì 4 novembre u.s.: ha visto una buona affluenza di persone, tale da riempire completamente la sala, una costante attenzione alle parole dei consiglieri, un diffuso interesse percepibile dal numero e dal tono delle domande presentate, una totale approvazione dell’operato dei due consiglieri in questi primi mesi di azione politica.

La scansione è, per ognuna delle serate previste e quindi anche per Modena, organizzata in 4 fasi fondamentali: l’accoglienza dei partecipanti, la presentazione e successiva relazione dei due rappresentanti eletti, l’intervento dei cittadini tramite domande, proposte, consigli e suggerimenti, infine, la votazione per la fiducia.

L’accoglienza avviene tramite compilazione di appositi moduli prestampati, volti a registrare gli elettori/sostenitori presenti alla serata, nonché a favorire il prospetto dell’affluenza e a semplificare il conteggio dei votanti.

La relazione dei rappresentanti in Consiglio Regionale si sviluppa, con l’ausilio di una presentazione a slide, attraverso un percorso che tocca i punti fondamentali della loro attività: parte dai risultati elettorali, espone in modo chiaro e trasparente il modus operandi all’interno della Regione per risolvere le prime questioni e passa per i nodi cruciali su cui si è maggiormente concentrata l’attenzione dei consiglieri in questi primi sei mesi; si conclude, infine, con l’elenco dei progetti futuri, idee chiare e definite, su cui si andranno a concentrare le prossime iniziative.

Entrando più nel dettaglio della relazione, emerge una precisa struttura narrativa.

Una prima parte è dedicata al periodo di insediamento nella “macchina” regionale: l’impiego del budget rimanente dallo stipendio dei consiglieri, democraticamente determinato dagli elettori in sede di Assemblea Regionale avvenuta in data 17 Giugno e definito in 2.500€; la ricerca di figure professionali da inserire nell’organico, che potessero affiancare i due rappresentanti nelle questioni tecniche; le proposte avanzate in Consiglio (59 interpellanze, 6 progetti di Legge, 13 risoluzioni, 20 richieste di accesso agli atti).

Nella parte successiva vengono approfonditi nello specifico i punti fondamentali dell’attività dei consiglieri, le loro iniziative e i risultati ottenuti: i Progetti di Legge (Anti-Casta, Anti-Privatizzazioni, per la Trasparenza e Contro le Infiltrazioni Mafiose); le successive denunce contro l’utilizzo di Amianto, per lo smantellamento di Centrali Nucleari e contro l’attivazione di Inceneritori su tutto il territorio, bloccandone i progetti in tutta la Regione, proponendo di conseguenza valide alternative (sul modello del Centro Riciclo di Vedelago); le numerose proposte per Infrastrutture e Mobilità, volte a evitare l’ampliamento di arterie dedicate al trasporto su gomma, privilegiando l’utilizzo di mezzi e aree sostenibili (biciclette, zone pedonali, trasporto pubblico), per agevolazioni nell’ambito della Connettività, tramite la sensibilizzazione all’utilizzo di software Open Source e sistemi Voip, allo scopo di ridurre le spese di licenze e utilizzo di telefonia cablata, per la riduzione del Consumo di Territorio, scoraggiando pratiche abusive in ambito edilizio, inquinanti e deleterie per l’ecosistema territoriale (caccia), a discapito del cittadino.

Non solo. Le questioni aperte riguardano anche temi legati all’istruzione e alla sanità, proponendo un quadro completo, che tocca da vicino i problemi legati a ogni singolo settore e le risoluzioni tramite valide alternative possibili, ma mai prese in considerazione dalle precedenti amministrazioni regionali.

Nella sezione finale della relazione dei consiglieri vengono elencati i progetti in divenire, proiettati su altrettante materie: il problema dei Rifiuti, l’appoggio alle Energie Rinnovabili, la struttura Urbanistica, per cui sono in corso risoluzioni e progetti innovativi, anche e soprattutto tramite il supporto e la segnalazione da parte degli attivisti, che sostengono le loro iniziative su tutto il territorio.

Al termine della presentazione i consiglieri dedicano tempo abbondante alle domande e alle curiosità degli intervenuti, domande che a Modena hanno riguardato temi “caldi”, come la sanità pubblica e la sua efficienza, la mobilità interprovinciale, la presenza dell’amianto in diverse strutture pubbliche del territorio.

Infine la votazione: i presenti alla serata hanno scelto di valutare insieme l’operato dei due consiglieri, in quanto la loro azione è sempre stata concorde, interscambiabile e unitaria. In una seconda votazione, l’assemblea ha deciso, all’unanimità, la riconferma per i prossimi sei mesi, di entrambi i consiglieri ribadendo così la fiducia e il sostegno loro accordato, nonché la soddisfazione conseguente il loro operato istituzionale.

Un successo per il gruppo modenese sia la notevole partecipazione di sostenitori/simpatizzanti sia il risultato ottenuto al termine della serata che l’interesse dimostrato dai presenti anche verso le iniziative programmate nel prossimo futuro sul nostro territorio così provinciale come cittadino, tra le quali si anticipa fin d’ora il prossimo presidio, in data 20 novembre alle ore 15, presso l’impianto di incenerimento rifiuti di via Cavazza, in opposizione alle politiche promosse dal Comune in materia di gestione dei rifiuti stessi.

CLICCA E ASCOLTA LA REGISTRAZIONE AUDIO

Be the first to comment on "Operazione Fiducia e Trasparenza. Relazione semestrale consiglieri regionali"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?

Protected by WP Anti Spam