Bavaglio obiettivo raggiunto! Ora tocca alla LEGGE ELETTORALE.

Sembrava impossibile ed invece, giorno per giorno, con una faticosa e costante operazione di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, organizzando petizioni, mobilitazioni di piazza autoconvocate da liberi cittadini e senza l’appoggio dei partiti, abbiamo mandato l’ignobile “Legge bavaglio” su un binario morto!

Oggi viste le ultime “evoluzioni” della situazione politica italiana, è ormai chiaro che presto si andrà ad elezioni anticipate. Ma con quest’assurda Legge elettorale è palese che si spingerebbe definitivamente il paese verso il baratro.

Avendo tolto agli elettori la possibilità di scegliere i propri rappresentanti, da due anni in parlamento siedono deputati nominati dai partiti, di fatto in balia del volere dei propri leader.
La riprova di questo l’abbiamo letta su tutti i giornali in questi giorni.
Berlusconi infatti si è sentito libero di affermare “I finiani che dovessero decidere di restare nel gruppo del Pdl, tutti, nessuno escluso, potranno contare sulla nostra amicizia, sulla nostra solidarietà e lealtà, anche nel momento della formazione delle liste elettorali“.
Ma a cosa si è ridotta la politica? Al mercato del pesce?
Viviamo uno dei momenti più critici dal punto di vista economico, migliaia di giovani hanno perso il lavoro o non lo hanno nemmeno mai trovato.
Le ore di cassa integrazione richieste dalle aziende stanno ormai finendo mentre all’orizzonte non sembra scorgersi ancora la fine della recessione e questi politicanti cosa fanno? Invece di occuparsi del bene del paese e del nostro Futuro, si dedicano alla compravendita dei parlamentari?

Dopo la Legge bavaglio ora è giunto il momento di risvegliare le coscienze degli italiani e far arrivare ai politici un messaggio forte e determinato.

La Legge elettorale va cambiata!”.

Una Legge che tra le tante storture ha anche quella di assegnare il 55% dei seggi al partito o coalizione che raccoglie il 30% dei voti.
Inoltre, provate a chiedere un po’ in giro chi conosce il nome del parlamentare che ha eletto.
Il 90% non saprà rispondervi!.

Il fatto che Berlusconi si sia convinto ad abbandonare il processo breve senza troppi indugi, ci lascia intuire che i suoi sondaggisti gli abbiano consigliato di abbassare i toni. E’ chiaro che si trova in un momento di estrema debolezza e che oggi non andrebbe mai contro l’opinione pubblica!

Osservando i partiti presenti in Parlamento risulta evidente che a parte la Lega ed il PDL, tutti gli altri concorderanno con questa proposta.

E’ giunto il momento di farsi sentire!.
E’ tempo di organizzare una mobilitazione generale come quella avvenuta a suo tempo contro la legge bavaglio. Cittadini, società civile, media, tutti nuovamente uniti per ridare un reale valore al diritto di voto!.

Cipriano Rocco

Be the first to comment on "Bavaglio obiettivo raggiunto! Ora tocca alla LEGGE ELETTORALE."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Perché?

Protected by WP Anti Spam