sabato-10-formigine-movimento-5-stelle-referendum

La Costituzione è salva!

Sabato 10 dalle 8.30 Attivisti, Simpatizzanti e Portavoce del MoVimento 5 stelle saranno presenti in Piazza Ravera a Formigine per ringraziare i Cittadini che in questi mesi hanno impiegato il loro tempo per informarsi, informare, confrontarsi e coinvolgere il maggior numero di elettori ad arrivare preparati all’appuntamento del Referendum Costituzionale. Domenica eravamo presenti in tutti i Seggi del nostro Comune – spiega il Portavoce Rocco Cipriano – quello che dalle…

Read More

kissinger-napolitano-foto-quirinale-it_

Giorgio Napolitano, o della necessità dell’élite

di Ireneo Corbacci Questione: il padre ignobile della “riforma” ha dunque perso e, superati i 90 anni, si ritira con la coda fra le gambe, come scrivono alcune giornastute? La risposta è già scritta nelle sue gesta durate già sette decenni: il grande commesso dei dominanti (a stelle e strisce, in this case) non solo non va mai in pensione, ma non conosce nemmeno giovinezza e maturità adulta. Per questa…


renzi_dimissioni_940

Referendum: si aspettava una tempesta, ma è uno tsunami. Ora presentare il conto al Pd

C’è poco da interpretare: il risultato parla da solo. Quasi il 60% degli italiani hanno respinto l’orribile proposta di riforma costituzionale e, insieme, hanno bocciato il governo Renzi rottamandolo. La cosa più rilevante è l’alta (altissima, dati i tempi) soglia di partecipazione al voto che ha segnato il ritorno di molti elettori alle urne dall’area dell’astensione. Come dire “Io non voto, ma se si tratta di mandare a casa quel…


mattarella-napolitano

Pasticciaccio brutto sul Colle, mentre l’Ue getta la maschera

Non se lo aspettavano: né Renzi, né Mattarella, e tanto meno Napolitano che è il grande vecchio al telecomando pensavano che il no vincesse davvero e soprattutto non in proporzioni tali da richiedere imperativamente le dimissioni del premier prima dell’approvazione della finanziaria. Così si è arrivati al pasticciaccio indecoroso al quale assistiamo e nel quale si somma tutta l’ignavia e la cialtroneria di un ceto politico che è ormai soltanto…


nato-forces-ucraina

La campagna della NATO contro la libertà di espressione

La NATO inizialmente ha cercato di far tacere chi cercava la verità sull’11/9. Poi l’appetito vien mangiando… di Thierry Meyssan Questa è una lunga storia che attraversa un arco di quindici anni. La NATO inizialmente ha cercato di mettere a tacere i cittadini che cercavano di conoscere la verità sugli attentati dell’11 settembre. Poi ha preso di mira coloro che contestavano la versione ufficiale della “primavera araba” e della guerra…


epa05660299 The Italian Prime Minister, Matteo Renzi, speaks at the Palazzo Chigi in Rome, Italy, 04 December 2016 after the referendum on constitutional reform, with his wife Angese Landini in the background. Matteo Renzi has announced his resignation after exit polls on 04 December 2016 suggest a 'No' vote victory in a crucial referendum to which Renzi had tied his political future. The referendum is considered by the government to end gridlock and make passing legislation cheaper by, among other things, turning the Senate into a leaner body made up of regional representatives with fewer lawmaking powers. It would also do away with the equal powers between the Upper and Lower Houses of parliament - an unusual system that has been blamed for decades of political gridlock.  EPA/GREGOR FISCHER

All’uomo della Leopolda gli italiani hanno detto NO

di Luciano Lago Sembrava facile a Matteo Renzi il percorso verso il nuovo traguardo: attuare la riforma della Costituzione che gli richiedevano i potentati finanziari. Per convincere della necessità di tale riforma, aveva lanciato da mesi una campagna mediatica di convincimento senza precedenti: occupando tutti gli spazi dei media, sempre costantemente sugli schermi delle TV, a tutte le ore ed in ogni canale per propagandare gli aspetti positivi ed i…


italia

Arriva la Repubblica dei brogli, anche via sms

Non ci possiamo stupire più di nulla: dopo il ventennio berlusconiano nel quale non poche aziende presero l’abitudine di ricattare e spaventare i dipendenti perché votassero come diceva sciur parun, la cosa a quanto pare prosegue sotto Renzi, anche se visto il rapido declino intellettuale del Paese e il clima di intimidazione che regna sovrano, i modi nel quale agisce questa forma di broglio preventivo si fanno sempre più paradossali…


referendum_campagna_si_940

Il terrorismo psicologico, gli italiani all’estero e De Luca: come il Pd sta facendo campagna referendaria

Ieri ho tenuto l’ultima lezione del corso di questo anno, al termine della quale, come al solito ho risposto agli interventi dei miei studenti. Fra loro uno ha detto di essere stato convinto a votare No, ma di aver nutrito dubbi da ieri, dopo che l’azienda per la quale lavora il padre, ha inviato un sms, nel quale dice che forse non potrà confermare l’incarico di lavoro per l’anno prossimo,…


presidente-egiziano-con-putin

Siria: L’Egitto si inserisce nel conflitto a sostegno della coalizione Russia-Siria-Iran

di  Alex Gorka Alla fine anche l’Egitto ha preso una posizione chiara sulla Siria.  Questo è un evento di grande importanza per cambiare drasticamente la situazione. Parlando alla rete TV portoghese RTP il 22 Novembre, il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha affermato pubblicamente il suo sostegno per le forze del presidente siriano Bashar al-Assad. In risposta alla domanda se l’Egitto invierà truppe in Siria o meno dichiarato : «La…


renzi_napolitano_940

2016 La riforma costituzionale: un atto di delinquenza politica. Ecco perchè

Del contenuto di questa infelice riforma costituzionale si è detto abbondantemente e non stiamo qui a ripeterci sull’aborto di Senato, sul combinato disposto con la legge elettorale maggioritaria, sul prevaricazione governativa sul potere legislativo, sul carattere puramente propagandistico delle misure in materia di iniziativa popolare o sui tagli ai costi della politica eccetera. Di questo si è detto sin troppo, mentre troppo poco si è detto su un’altra ben più…


referendum-costituzionale-620x330

LA RIFORMA COSTITUZIONALE? SERVE SOLO AD ASSERVIRCI AI VINCOLI DI BILANCIO EUROPEI

di  Marco Mori Sulla riforma costituzionale, o “deforma”, come amo chiamarla, si è detto molto. La battaglia tra “sì” e “no” è serrata, tuttavia in pochi hanno, a mio avviso, centrato il vero obiettivo di quanto il Governo ha portato avanti. I comitati del “no” si sono in gran parte persi in contestazioni sterili dimostrando di non aver capito la complessità dell’attuale contesto Istituzionale nel quale lo scopo vero è…


presidente-austriaco-520x229

Austria: Globalisti e patrioti si affrontano sullo sfondo della UE

di Arturo Garcia Immigrazione, islamismo ed identità nazionale. L’Austria dibatte sulle questioni che segneranno il futuro europeo con una UE allontanatasi dai cittadini per causa delle politiche globaliste attuate da Bruxelles. Mancano cinque giorni all’elezione definitiva, adesso si, per il secondo round delle elezioni presidenziali austriache, l’ultimo dibattito tra i candidati è stato caratterizzato dalla questione immigrazione, islamismo e identità naturale. Il candidato dell’FPO, Norbert Hofer, ha criticato le decisioni…


napolitano

Lite in famiglia: Napolitano smentisce Renzi sul referendum

In Italia la farsa è sempre dietro l’angolo, ma questa volta siamo al grottesco,. alla commedia dell’assurdo: il fronte del Si al referendum si spacca proprio sulle ragioni della manipolazione costituzionale, sulle chiacchiere pubbliche e sugli obiettivi inconfessabili. Davanti a Vespa gran sacerdote del verminaio italiano, il vero autore della cosiddetta riforma Boschi, presentata solo pro forma dalla majorette di governo, ha detto apertamente che le motivazioni addotte dal premier…


Gian Mattia D'Alberto / lapresse
27-11-2016 Milano
cronaca
Matteo Renzi a 'Domenica Live'
nella foto:  BARBARA D'URSO, Matteo Renzi

Gian Mattia D'Alberto  / lapresse
27-11-2016 Milan
Matteo Renzi at 'Domenica Live' tv show
in the photo:  Barbara D'Urso, Matteo Renzi

Basta un Si per curare l’epatite: Renzi senza vergogna

Finalmente le grandi multinazionali del farmaco che del resto con la sanità italiana fanno grandi affari, sono state messe all’angolo da Renzi e dalla sua banda armata di chiacchiere: fino a una settimana sapevamo che bastava un Si per curare il cancro, poi che la stessa medicina era una magica soluzione per i bambini diabetici e ora a Palazzo Chigi hanno scoperto che la stessa pillola serve anche per curare…


liberate-aleppo-est

L’Esercito siriano riprende il controllo dei quartieri di Aleppo e la popolazione civile viene liberata

L’Esercito siriano ha ripreso il controllo di quasi la metà dei quartieri est di Aleppo, quelli che erano ancora occupati dai terroristi appoggiati dagli USA (Amministrazione Obama) ed Arabia Saudita e che tenevano in ostaggio la popolazione civile. Sono stati riconquistati e liberati dai terroristi ben 12 quartieri di Aleppo est, si tratta in particolare dei quartieri de Bayadin, Sheij Fares, Qadisiya, Haydariya, Sheij Qasr, Sheij Hodr, Yabal al-Badru, Sheij…


General Khalifa Haftar speaks during a news conference at Benina air base in Benghazi May 24, 2014. Haftar, a former Gaddafi ally who split with the autocrat in the 1980s, is the latest player to emerge in Libya's network of former fighters vying for control over parts of the country. REUTERS/Esam Omran Al-Fetori (LIBYA - Tags: POLITICS CIVIL UNREST) - RTR3QNS9

Libia: il generale Haftar oggi è a Mosca. Possibile apertura di una base russa a Bengasi

Il generale libico Khalifa Haftar, comandante dell’autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna) attivo nelle regioni orientali del paese, si trova oggi a Mosca per la seconda volta in meno di sei mesi. A colpire è soprattutto la tempistica della visita ufficiale: dopo l’elezione di Donald Trump alla Casa Bianca e il recente allineamento dell’Egitto, grande sponsor di Haftar, lungo l’asse russo-siriano. Al centro dei colloqui in Russia, secondo fonti d’intelligence del…


referendumspacchetta_940

4 dicembre. I danni irreparabili della riforma

Piero Scaramucci, storico direttore di Radio Popolare e brillante giornalista, ha scritta un bel pezzo sul referendum che vi segnalo volentieri. A. G. Mi permetto di scrivervi perché alcuni di voi, certamente democratici, esitano o magari temono di votare NO al Referendum. E invece è una partita grossa, come le macchie indelebili, non si tolgono più, rovinano un vestito. La Costituzione squinternata dalla Riforma Renzi/Boschi ci porterebbe dei danni irreparabili….


napolitano-ex-presidente-1

Napolitano, ancora tu?

Il senatore a vita Giorgio Napolitano, ex presidente della Repubblica, è sempre fra noi: parla, pontifica, ammonisce. di Stefania Elena Carnemolla Napolitano, ancora tu? Il senatore a vita Giorgio Napolitano, ex presidente della Repubblica, è sempre fra noi: parla, pontifica, ammonisce. È agitato, Napolitano. Anche quando ha vinto Donald Trump s’è agitato, perché se non vince chi speri possa vincere, allora il suffragio universale fa schifo. Avesse vinto lei, Hillary…